martedì 22 gennaio 2019
In foto: La speculazione edilizia deve essere bloccata. Se la destinazione d'uso degli alberghi venisse svincolata, in due anni a Rimini rimarrebbero solo pochi alberghi.
www.associazionealbergatoririmini.it
di    
lettura: 1 minuto
sab 30 ott 2004 10:51 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Così parla l’associazione degli albergatori di Rimini che ieri ha lanciato la campagna di affissione: “Rinascimento turistico riminese: Amministrazioni – università – banche – imprese – lavoro. Insieme per una nuova grande sfida”.
Una campagna che arriva dopo le polemiche scatenate dalla prima assemblea di tutte le associazioni degli albergatori della Provincia che si è tenuta martedì al Teatro Novelli. I toni duri usati dagli albergatoti per criticare la gestione politica del turismo riminese, non sono piaciuti alle amministrazione e ad alcuni colleghi. Come il presidente di AIA Riccione che oltre a non partecipare all’assemblea, ha suggerito più autocritica. Da parte sua, il presidente riminese si giustifica spiegando che le maniere forti arrivano dopo anni di richieste pacate rimaste inascoltate.
Ascoltiamo Maurizio Ermeti, presidente AIA Rimini.

Altre notizie
di Redazione
di Roberto Bonfantini
Notizie correlate
di Silvia Sanchini
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna