martedì 23 luglio 2019
menu
In foto: Un dramma che ha per protagonisti due anziani. "Correte, ho ucciso mio marito. Non lo sopportavo più'': é il messaggio della telefonata giunta verso le 5 di domenica al 113 di Rimini.
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
lun 18 ott 2004 08:22 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

A chiamare una donna di 84 anni originaria di Roma, che poco prima con un grosso coltello da cucina aveva infierito ripetutamente sul marito, coetaneo, nato a Torino, che ora é ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Infermi di Rimini.
L’uomo, ferito alla testa e a una mano non corre comunque pericolo di vita. La donna, arrestata per tentato omicidio, vista l’età ha ottenuto i domiciliari.
Gli investigatori della squadra mobile, dopo la chiamata, sono subito accorsi al grattacielo di viale Principe Amedeo, dove la coppia abita da anni. Parole che, lucidissima, ha poi ripetuto anche agli agenti della volante intervenuti per primi, che hanno trovato il marito a terra, in un lago di sangue, e lei in piedi a poca distanza.
Molte le persone ascoltate della polizia nel corso della giornata per ricostruire i rapporti tra i coniugi. Particolarmente rilevante viene ritenuta la deposizione di un vicino di casa a lungo sentito dalla squadra mobile.

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna