venerdì 18 gennaio 2019
In foto: Il Governo approva la risoluzione presentata dal parlamentare diessino Sergio Gambini per ridimensionare gli aumenti dei canoni demaniali:
di    
lettura: 1 minuto
gio 28 ott 2004 09:11 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

a tre giorni dalla scadenza per l’approvazione gli aumenti, i deputati del centrodestra hanno votato la proposta di Gambini, che ha avuto anche il parere favorevole del Governo. I paventati aumenti del 300% dovrebbero quindi essere sostituiti con strumenti fiscali più equi.
La risoluzione é un documento di indirizzo che una volta approvato impegna il Governo, ed affronta il tema del valore dei canoni e il problema dell’evasione fiscale. Le nuova disposizioni devono essere ora presidsposte dall’Esecutivo, che però ha solo tre giorni di tempo.
Spiega Gambini in una nota: “il previsto aumento dei canoni demaniali è basato sul presupposto che i proventi delle concessioni non siano commisurati al valore effettivo. Credo che la rivalutazione dei canoni dovrebbe essere calibrata secondo i diversi utilizzi e i differenti regimi giuridici dei beni del demanio marittimo. La cui consistenza non è stata in molti casi aggiornata. Mettendo a regime il Sistema Informativo del Demanio si possono ottenere maggiori entrate per lo Stato e per i Comuni, scongiurando gli aumenti per quelle imprese che pagano regolarmente la loro concessione allo Stato”.

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Andrea Polazzi
VIDEO
La Giunta adotta il nuovo piano urbano

Mobilità sostenibile, ecco come cambia la città

di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna