mercoledì 23 gennaio 2019
In foto: Un compleanno in grande stile per la Perla Verde dell'Adriatico che ieri sera ha spento, con tanto di festa di compleanno al Parco Oltremare, le 82 candeline.
di    
lettura: 2 minuti
mer 20 ott 2004 09:39 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Tutti esauriti i 1.500 inviti distribuiti per la serata ieri sera al parco Oltremare in occasione degli 82 anni di Riccione. Nel corso della serata, organizzata dall’associazione Famija Arciunesa, oltre alla premiazione di cittadini che si sono distinti per meriti, è stata donata un’apparecchiatura sanitaria all’Ospedale Ceccarini e, ai cittadini presenti, è stato donato il volume “ritorno alle case” dello storico riccionese Dante Tosi sugli eventi che hanno contribuito alla liberazione di Riccione nel lontano 1944. Ascoltiamo la figlia Maria Grazia Tosi.

Il turismo e l’attività balneare non erano nemmeno agli albori. Fu in questo contesto di povertà e arretratezza che agirono i coniugi Ceccarini, Giovanni e Maria Boorman Wheeler. Dopo la morte di Giovanni, medico, fu la vedova Maria, americana, a proseguire sulla strada imboccata insieme al marito, nel 1891 con l’inaugurazione del primo asilo infantile, che accoglieva i bimbi riccionesi. Un anno dopo Maria posò la prima pietra dell’ospedale “Ceccarini”, nel quale venivano curati gratuitamente i malati poveri. Sempre a lei si deve la realizzazione del porto. Nel 1922 si insediò il primo sindaco di Riccione: Silvio Lombardini. Agli inizi del secolo Riccione era ancora poco più di una borgata, nella quale però pulsava già la forte vocazione al turismo balneare. Le fotografie dell’epoca ci consegnano l’immagine di un’area che in pochi anni ha subito una trasformazione radicale.
E’ l’ immagine di una località balneare immersa nel verde che sta oscurando la fama di località turistiche rinomate. Nel 1931 registra la presenza di 34.685 vacanzieri. I mosconi a remi, le cabine colorate degli stabilimenti balneari, fanno già parte dell’immaginario collettivo. Dopo la seconda guerra mondiale, in particolare negli anni 60, Riccione si afferma definitivamente come una località balneare mondana, passerella estiva di starlette e divi del cinema e della canzone. E’ una Saint Tropez dell’Adriatico, palcoscenico di una dolce vita in salsa romagnola. Questa è la storia che c’è dietro quella Riccione che, proprio oggi, compie 82 anni, e che i riccionesi ‘doc’ non possono fare a meno di festeggiare.

Altre notizie
Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna