domenica 18 agosto 2019
menu
In foto: Anche la Cgil di Rimini e la Casa delle Donne esprimono solidarietà alle famiglie di Simona Pari e Simona Torretta:
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
mer 8 set 2004 13:26 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

La Cgil, in una nota della segreteria, si dichiara vicina alle famiglie delle ragazze rapite e chiede che non venga lasciato nulla di intentato per la loro liberazione. La Cgil ribadisce anche l’invito a non partecipare ai festeggiamenti per il 60esimo anniversario della liberazione di Rimini (previsti per il 17, 18 e 19 settembre).

La Casa delle Donne del Comune di Rimini esprime indignazione per il rapimento delle due ragazze italiane, la riminese Simona Pari e la romana Simona Torretta, sequestrate nel pomeriggio di martedì 7 settembre a Baghdad.
Due giovani donne coraggiose impegnate in prima linea per la pace, che attraverso l’Ong “Un Ponte per Baghdad” sostengono progetti di cooperazione e sviluppo sia nella capitale irachena che in altre città come Bassora, colpite da due guerre e da un embargo decennale.
Manifestiamo solidarietà alle famiglie e offriamo sostegno affinché con qualunque azione possibile si possa giungere al più presto alla liberazione delle due pacifiste italiane.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna