lunedì 21 gennaio 2019
In foto: Nel giorno in cui dovrebbe scadere l'ultimatum lanciato dal gruppo di Ansar al Zawahri, sul quale tuttora rimangono perplessità circa la sua reale attendibilità, c'è tanta incertezza ed angoscia per la sorte di Simona Pari e di Simona Torretta. Abbiamo deciso di avviare una riflessione sul volontariato:
di    
lettura: 1 minuto
sab 11 set 2004 13:23 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

non solo la giovane riminese rappresenta infatti quella faccia di Rimini, meno conosciuta ma non per questo meno corposa, rivolta agli altri, aperta alle fasce più deboli. Luca Napoli lavora per la croce rossa di Riccione come autista soccorritore e il 12 maggio di quest’anno è partito come volontario per Baghdad. E’ rientrato il 6 luglio, e già allora in Iraq la tensione era alta. Ma in questi giorni, ad aumentare la preoccupazione è la consapevolezza che può essere colpito anche chi, come Simona o Luca, ha scelto di rimanere in Iraq per aiutare la popolazione civile. I due volontari si erano conosciuti in un ospedale di Baghdad: ascoltiamo il racconto di Luca Napoli.

Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna