domenica 18 agosto 2019
menu
In foto: Riapre la macchina fotografica di piazzale Fellini, manufatto un po' kitch, ma nel cuore dei nostalgici e simbolo della Rimini turistica degli anni passati. Nel 1948 fu costruita da un ingegnoso artigiano del Montefeltro per ospitare un negozio di rullini, da oggi fornisce informazioni turistiche.
www.piccolialberghi.com
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
gio 5 ago 2004 20:05 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Una posa plastica, un bel sorriso e … click! La macchina fotografica è il simbolo delle vacanze, usata per immortalare momenti irripetibili o avere un ricordo di “come eravamo” per l’album di famiglia. Forse era legata proprio a questo concetto di “vacanza indimenticabile”, l’idea che spinse Elio Guerra, artigiano di Pennabilli, a costruire in Piazzale Fellini un negozio di rullini a forma di macchina fotografica. Era il 1948. Sono passati più di 50 anni e la “macchinona” è rimasta lì, occhio inesorabile, a controllare i movimenti di tutte le estati che sono passate davanti al grand hotel.
A metà degli anni 60 Guerra cedette la caratteristica struttura ad Ario Rastelli e alla moglie Laura Renzi che ne ha fatto dono al comune di Rimini nel 2002 e che l’anno scorso l’ha ristrutturata. La nuova gestione è curata dal consorzio piccoli alberghi di qualità che ha attivato un ufficio informazioni sui servizi e sulle bellezze storiche e ambientali del territorio riminese, per turisti e residenti. L’obiettivo sulla città, così è stata ribattezzata la struttura è operativo fin da oggi.

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna