domenica 20 gennaio 2019
In foto: Matei Catalin Ionut, uno dei quattro rumeni finiti in manette a inizio mese, durante l'operazione “Drakula” a Rimini che aveva permesso di sgominare una banda specializzata nella clonazione di carte di credito e bancomat, è stato raggiunto ieri in carcere da un secondo ordine di custodia cautelare.
Il rumeno, di 22 anni, infatti è stato condannato da tribunale di Roma il 12 maggio scorso a 2 anni e 1 mese di carcere per rapina e lesioni personali, commesse nella capitale nel 2002.
di    
lettura: 1 minuto
lun 23 ago 2004 11:37 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Matei Catalin Ionut, uno dei quattro rumeni finiti in manette a inizio mese, durante l’operazione “Drakula” a Rimini che aveva permesso di sgominare una banda specializzata nella clonazione di carte di credito e bancomat, è stato raggiunto ieri in carcere da un secondo ordine di custodia cautelare.
Il rumeno, di 22 anni, infatti è stato condannato da tribunale di Roma il 12 maggio scorso a 2 anni e 1 mese di carcere per rapina e lesioni personali, commesse nella capitale nel 2002.

Altre notizie
di Redazione
VIDEO
di Redazione
VIDEO
di Redazione
VIDEO
Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna