Nella spedizione azzurra alle Olimpiadi di Atene anche 4 atleti riminesi

Provincia Sport

14 agosto 2004, 12:49

in foto: Sono quattro gli alfieri “riminesi” ai Giochi Olimpici di Atene, che si sono aperti ieri con una suggestiva cerimonia: Marco Giungi, Nicola Ciotti, Alex Righetti e Marco Chiarini.

30 anni, riccionese di chiari origini finlandesi, il marciatore Marco Giungi, ben 10 titoli tricolori già in bacheca, debutta ai Giochi dopo aver partecipato a due Mondiali, centrando ad Edmonton nel 2001 un ottavo posto nella 50 chilometri. Ad Atene si cimenterà nella 20 chilometri. La sua Olimpiade si consumerà nella mattinata di venerdì prossimo. Il via quando in Italia saranno le 9.
E’ alla sua prima Olimpiade anche Nicola Ciotti, 28enne, anch’egli riccionese. Tra gli allori conquistati un titolo di campione italiano indoor ed un 15esimo posto ai Mondiali. Il suo personale è di 2 metri e 30. Una particolarità: anche il gemello Giulio, che non ha centrato il pass per Atene, gareggia nella stessa specialità. La finale dell’alto è in programma alle 18,30 di domenica 22 agosto.

Dopo Carlton Myers, portabandiera dell’Italia a Sydney, un altro cestista riminese difenderà i colori dell’Italia: Alex Righetti, che proprio oggi compirà 27anni. Figlio del pugile Alfio Righetti, campione dei pesi massimi, Alex è cresciuto nel vivaio del Basket Rimini. Da cinque stagioni gioca nella capitale. Fa parte della squadra che l’anno scorso ha centrato il bronzo agli Europei di Svezia e che dieci giorni fa in Germania si è levata lo sfizio di infliggere la prima sconfitta in un’amichevole agli Stati Uniti. Righetti e la nazionale azzurra di basket debutteranno domani alle 11,15 contro la Nuova Zelanda.
23 anni, riminese, Marco Chiarini fa parte della nazionale di baseball, con la quale ha ottenuto un 11esimo posto nei Mondiali dell’anno scorso. Cresciuto nel vivaio dei Pirati, ha già alle spalle un’esperienza negli Stati Uniti a livello universitario. Anche per lui debutto nel giorno di Ferragosto, avversario il temuto Giappone.
C’è anche chi ha scelto la nostra provincia per completare la preparazione in vista dei Giochi: come la squadra azzurra di nuoto sincronizzato, rimasta a Riccione fino a venerdì scorso, o le campionesse brasiliane di beach-volley Sandra Pires ed Ana Paula Connely, che per una settimana hanno affinato i loro colpi ai Bagni 26 e 53 di Rimini.
Ed un prodotto culinario tipico della nostra terra che cercherà di dare il suo contributo, in termini di calorie, agli atleti azzurri: il formaggio di fossa. Il Consorzio di Sogliano ne ha inviato a Casa Italia un quintale.

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454