venerdì 18 gennaio 2019
In foto: L'operazione è stata battezzata, e non a caso, Dracula: tutti rumeni i componenti della associazione, che 'succhiava' il conto corrente di ignari turisti della riviera romagnola.
di    
lettura: 1 minuto
lun 9 ago 2004 16:31 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Quindici solo da mercoledì fino alle 21 di venerdì, quando le manette sono scattate ai polsi di Calin Ionut Mati, 22 anni, Costantin Prejbeanu, 28, Viorel Alexe, 34 anni, Catalini Marin Catanescu, 27 anni, Laurentiu Negoita Florinm 26, tutti di Craiova tutti clandestini, tutti con precedenti specifici.
Dopo giorni di appostamenti dai tetti degli hotel, sono stati bloccati dai carabinieri mentre, dopo aver manomesso uno sportello bancomat della filiale di Miramare della Cassa dei Risparmi di Forlí applicandovi un’apparecchiatura elettronica miniaturizzata alla fessura d’ingresso della carta magnetica ed una microtelecamera, stavano videoregistrando i clienti che digitavano i codici segreti: uno solo è riuscito a fuggire.
Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati, oltre alle apparecchiature elettroniche, telecamere con varie video cassette contenente altre immagini di persone che digitavano codici segreti per oltre dieci ore di registrazione, un personal computer utilizzato per la riproduzione dei bancomat clonati e materiale cartaceo riproducente altri codici e numeri di tessere.
Ora le indagini si allargano su tutto il territorio nazionale: episodi simili sono stati segnalati con sempre più frequenza in più parti d’Italia, non è scluso pertanto che i 5 facciano parte di una organizzazione criminale ben più ampia.

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
Notizie correlate
di Andrea Polazzi
VIDEO
La Giunta adotta il nuovo piano urbano

Mobilità sostenibile, ecco come cambia la città

di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna