martedì 22 gennaio 2019
In foto: Un turista di Lodi è morto ieri alle 3.30 dopo essere stato ricoverato per un'infezione di legionella all'ospedale di Ravenna. L'uomo, che era in vacanza con la famiglia nel cervese, era stato ricoverato (dato il suo quadro clinico abbastanza grave) in Rinanimazione e sottoposto ad un'intesa terapia a base di antibiotici specifici, ma non ha risposto ai trattamenti.
di    
lettura: 1 minuto
mer 18 ago 2004 17:41 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

L’uomo, D.D.L., un avvocato di 71 anni, era arrivato il 29 luglio all’ospedale dopo un piccolo incidente provocato da un malore, probabilmente uno dei primo sintomi del diffondersi
dell’infezione. Nell’incidente il lodigiano si era fratturato una caviglia, ma il medico visitandolo si era accorto che aveva una forte febbre e quindi ne aveva disposto il ricovero.
Un paio di giorni dopo, quando gli esami disposti dai medici avevano
accertato la presenza di una infezione di legionella, era stato trasferito in rianimazione. Ma il forte shock settico aveva devastato i suoi polmoni e nella notte di ieri l’uomo è morto per una complicazione polmonare.
L’Ausl di Ravenna ha segnalato l’accaduto l’ufficio igiene pubblica, e sono stati sottoposti ad accertamenti i due hotel,
sulla costa tra Pinarella e Cervia, in cui l’anziano aveva alloggiato. Il lombardo infatti, prima del manifestarsi dell’infezione, aveva trascorso una notte in un hotel del cervese, poi aveva preferito trasferirsi in un’altra struttura perché aveva trovato l’hotel carente sotto il profilo igienico.
Ora, i risultati degli accertamenti dovranno essere vagliati
dalla magistratura, che sull’episodio ha aperto una inchiesta, e che ha disposto anche che sul corpo del turista sia eseguita l’autopsia.

Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna