domenica 25 agosto 2019
menu
In foto: ''Una scelta e un gesto di attenzione che non possono non riempirci di commozione e gratitudine''; ''un'occasione straordinaria per l'Azione cattolica'':
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
gio 22 lug 2004 13:03 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

così
Paola Bignardi, presidente nazionale dell’Azione cattolica
italiana, commenta al Sir, il servizio di informazione religiosa
promosso dalla Cei, l’intenzione di Giovanni Paolo II di essere
presente a Loreto il prossimo 5 settembre, giornata conclusiva
della festa-pellegrinaggio dell’associazione.
Quel giorno, nella piana
di Montorso, il Papa beatificherà tre figure appartenenti all’Ac:
il riminese Alberto Marvelli, Pina Suriano e Pietro Tarres.
La Bignardi dice di attendere il grande appuntamento di Loreto
(1-5 settembre) ”con trepidazione” ma anche ”con fiducia e
speranza” per i ”tanti segni che hanno accompagnato in questi
mesi il nostro cammino di avvicinamento”; tra questi, appunto,
”la scelta del Papa”.
La presidente ha invitato ogni associazione parrocchiale a
portare a Loreto i membri più deboli della comunità: ”una
scelta di attenzione alle persone più fragili, segno di quella
solidarietà che vorremmo ispirasse tutta la nostra vita
associativa”, ed ha ricordato che ”il pellegrinaggio non é
riservato all’Ac, ma vuole essere un evento di Chiesa al quale
tutti sono invitati”.

Notizie correlate
di Lamberto Abbati   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna