giovedì 17 gennaio 2019
In foto: ''Una scelta e un gesto di attenzione che non possono non riempirci di commozione e gratitudine''; ''un'occasione straordinaria per l'Azione cattolica'':
di    
lettura: 1 minuto
gio 22 lug 2004 13:03 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

così
Paola Bignardi, presidente nazionale dell’Azione cattolica
italiana, commenta al Sir, il servizio di informazione religiosa
promosso dalla Cei, l’intenzione di Giovanni Paolo II di essere
presente a Loreto il prossimo 5 settembre, giornata conclusiva
della festa-pellegrinaggio dell’associazione.
Quel giorno, nella piana
di Montorso, il Papa beatificherà tre figure appartenenti all’Ac:
il riminese Alberto Marvelli, Pina Suriano e Pietro Tarres.
La Bignardi dice di attendere il grande appuntamento di Loreto
(1-5 settembre) ”con trepidazione” ma anche ”con fiducia e
speranza” per i ”tanti segni che hanno accompagnato in questi
mesi il nostro cammino di avvicinamento”; tra questi, appunto,
”la scelta del Papa”.
La presidente ha invitato ogni associazione parrocchiale a
portare a Loreto i membri più deboli della comunità: ”una
scelta di attenzione alle persone più fragili, segno di quella
solidarietà che vorremmo ispirasse tutta la nostra vita
associativa”, ed ha ricordato che ”il pellegrinaggio non é
riservato all’Ac, ma vuole essere un evento di Chiesa al quale
tutti sono invitati”.

Altre notizie
Un passatello per la ricerca

Quando il passatello diventa solidale

di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
Le proposte di Bimbiarimini

Le proposte di Bimbiarimini

di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna