A San Patrignano nel Challenge Muccioli sul podio anche un cavaliere italiano

Coriano Sport

26 luglio 2004, 13:36

in foto: Si è conclusa ieri a san Patrignano l'ottava edizione del Concorso ippico internazionale Csi 'Challenge Vincenzo Muccioli 2004'.
Sul podio, insieme ai più blasonati statunitensi e svizzeri anche un azzurro. Prossimo appuntamento di prestigio sul campo di gara della comunità di recupero nel luglio del 2005 con i campionati europei.
www.sanpatrignano.org

Eleganti ed energici: un vero spettacolo per gli appassionati di ippica ma non solo. Il Challenge Vincenzo Muccioli ha portato nel fine settimana a San Patrignano 120 cavalli e 44 cavalieri, in rappresentanza di 18 nazioni.
Il torneo, che per lo più ha proposto una sfida a due tra svizzeri e statunitensi, alla fine ha riservato una nota d’orgoglio anche per gli italiani. Contro tutti i pronostici della vigilia, è stato l’azzurro Vincenzo Chimirri, 31 anni, in sella a Defi Platiere ad aggiudicarsi ieri sera una delle competizioni più importanti: il gran premio Acqua Uliveto. Al barrage insieme a Chimirri attuale campione nazionale e sesto al Campionato d’Europa 2003, erano arrivati altri due azzurri, Alessia Marioni, in sella a Peter Pan e Natale Chiaudani con Hariane, bloccati però dall’abbattimento di un ostacolo. Chimirri ha conquistato così la vittoria più importante della sua carriera, secondo italiano ad apporre il suo sigillo sul Challenge Vincenzo Muccioli, dopo la vittoria, nel ’98, del compianto Guido Dominici.
Nelle altre gare hanno spadroneggiato americani ed elvetici: l’amazzone statunitense Laura Krault, in sella a Paula, ha ottenuto la vittoria nella gara inaugurale e nel premio città di Riccione, a cui si riferiscono le immagini. Un’altra vittoria a stelle e strisce per il premio Lamborghini. A salire sul gradino più alto del podio la giovanissima 16enne Aimee Aron Jr, in sella a Corofina. Cinque le vittorie per gli svizzeri.
Buone anche le prestazioni dei cavalli della scuderia di San Patrignano. Per la prima volta ha gareggiato Nadir, stallone grigio di 9 anni, considerato uno dei soggetti di punta dell’allevamento riminese.
Ma la vittoria più grande per la comunità di recupero dalla droga fondata da Vincenzo Muccioli è quella di essere diventata ormai un punto di riferimento per l’equitazione internazionale. Sport che viene vissuto anche come opportunità terapeutica per i ragazzi accolti in comunità, direttamente coinvolti nell’organizzazione dell’evento.
Il positivo esito del challenge è stato un buon banco di prova per San Patrignano, che a luglio dell’anno prossimo si troverà a fronteggiare una sfida ancor più impegnativa: ospitare i campionati europei.

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454