Indietro
menu
Riccione

Premio per il Teatro: sabato la premiazione della 47° Edizione

In foto: Sabato alle ore 21 (ingresso libero) il Teatro di Mare di Riccione (viale Ceccarini, angolo via don Minzoni) ospita la cerimonia di premiazione della 47° edizione del Premio Riccione per il Teatro.
www.rcomune.riccione.rn.it
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 24 set 2003 10:36 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nella serata saranno assegnati il Premio Riccione per il Teatro,
il Premio Speciale della Giuria intitolato a Paolo Bignami e a Gianni
Quondamatteo, il Premio Pier Vittorio Tondelli per i giovani autori fino ai
30 anni, il Premio Marisa Fabbri e, fuori concorso, il Premio Speciale “Aldo
Trionfo”.
Sarà inoltre assegnato il premio di produzione per concorso alle
spese di allestimento al progetto di messinscena dell’opera vincente che
abbia ricevuto il gradimento dell’autore.
La cerimonia di premiazione sarà preceduta, al pomeriggio, alle ore 15.30
(Teatro del Mare, ingresso libero) dalla sessione finale aperta di
“L’esperienza del testo”, laboratorio di drammaturgia sui testi finalisti
della 47° edizione del Premio Riccione, svoltosi a Riccione in questi giorni
e condotto da Renata Molinari con allievi-attori provenienti dalla Scuola di
Teatro del Piccolo di Milano, dall’Accademia di Arte Drammatica di Roma e
dalla Scuola di Teatro di Bologna.

I finalisti della 47° edizione del Premio Riccione sono:
Massimo Bavastro (“25 Apocalissi”), Augusto Bianchi Rizzi (“Veronica ha
bruciato la torta”), Agatino Caspanello (“Mari”) , Davide Enia (“Scanna”),
Angelo Ferracuti (“Anitre”), Enrico Fink (“Le ombre”), Fulvio Fiori
(“Veglia su di me”), Livia Giampalmo (“Breve luce”), Andrea Malpeli (“Io
ti guardo negli occhi”), Giuseppe Manfridi (“Una storia cattiva”), Sergio
Pierattini (“Quando ci siamo ritrovati”), Massimo Salvianti (“Il permesso”),
Massimo Sgorbani (“Le cose sottili nell’aria”), Giorgio Taschini (“Diamante
“), Paolo Trotti (“Come Camus”).
La giuria del Premio 2003 è composta da Franco Quadri (presidente), Roberto
Andò, Sergio Colomba, Elena De Angeli, Luca Doninelli, Edoardo Erba, Mario
Fortunato, Maria Grazia Gregori, Renata Molinari, Giorgio Pressburger, Luca
Ronconi e Renzo Tian.
Per informazioni: segreteria Premio Riccione per il Teatro tel. 0541/608275.