22 June 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

La Procura ha aperto un’inchiesta sulla morte da febbre Q di Romeo Pulazzi

CronacaRimini

8 agosto 2002, 23:17

in foto: La Procura di Rimini ha aperto un'inchiesta sulla morte del 46enne Romeo Pulazzi, il dipendente del canile municipale di San Salvatore, morto giovedì della settimana scorsa per le conseguenze della 'febbre Q', una rara patologia che si contrae dagli animali attraverso punture di zecche o contatto con le feci:

la magistratura ha disposto, l’acquisizione delle cartelle cliniche relative al ricovero nel reparto di Nefrologia dell’ospedale Infermi dove è avvenuto il decesso. Controlli sono stati disposti anche per valutare le condizioni igienico-sanitarie della struttura dove l’uomo, che aveva avvertito i primi
malesseri il 22 luglio scorso, prestava servizio. L’ipotesi di reato e’ omicidio colposo.
Le indagini sono state affidate al nucleo di polizia giudiziaria della polizia di Stato presso la
Procura. Anche la famiglia, tramite l’avvocato Giuliano Renzi, ha presentato un esposto-denuncia, che invita gli investigatori a verificare sia eventuali responsabilita’ da parte dei medici, che avrebbero diagnosticato con certezza o almeno comunicato ai
parenti la malattia solo dopo l’autopsia, sia eventuali inadempienze o negligenze sul luogo di lavoro.

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454