Basket: prende forma il nuovo corso dei Crabs firmato Capicchioni

Rimini Sport

1 agosto 2002, 13:52

in foto: Il nuovo corso dei Crabs comincia dal passato: stesso presidente, Adriano Braschi, stesso grande impegno nel settore giovanile, sempre affidato a Paolo Carasso. Con l’aggiunta di due riminesi doc:
www.basketrimini.com

Luciano Capicchioni, da quest’anno nuovo responsabile dell’area tecnica, e Stefano Sammarini, che si occuperà invece dell’area Marketing, Immagine e Comunicazione.
“Capicchioni sarà consulente unico dell’area tecnica. Questo non significa che ingaggeremo solo giocatori patrocinati dalla sua società, come qualche giornalista ha scritto nei giorni scorsi” ha spiegato Braschi nel corso di un incontro con la stampa tenuto nella tarda mattinata in piazzetta Teatini. “Con Capicchioni e Sammarini finalmente avremo dei consulenti riminesi – ha aggiunto il presidente del sodalizio biancorosso -. Il nostro obiettivo è quello di arrivare in Europa in quattro anni”.
Scompare la figura del general manager, ricoperta la scorsa stagione da Renzo Vecchiato, che resterà comunque in seno alla società come team manager. La prima uscita ufficiale dei Crabs è prevista il 5 e 6 settembre nel “Trofeo Gianluca Sberlati”, dedicato al figlio del patron del Basket Rimini prematuramente scomparso due anni fa, e che vedrà protagonisti in campo, oltre ai “granchi”, i giocatori di Virtus Bologna, Scavolini Pesaro e Reggio Emilia.
Intanto proseguono i lavori di ultimazione del nuovo palasport. Il 25 settembre partiranno le visite di collaudo. Forse la nuova “casa” dei Crabs sarà disponibile dalla terza partita interna di campionato. “Ricordo che abbiamo preso l’impegno con l’Amministrazione comunale di far entrare gratis nel nuovo palazzetto i ragazzi” ha specificato Braschi.

“Parlando a nome della società esprimo grande soddisfazione per aver fatto un’operazione rapida – ha detto l’avvocato Mancini -. Abbiamo una gran voglia di iniziare a lavorare sul concreto”.
Si lavora anche per dare un restyling all’immagine dei Crabs.
“Abbiamo cominciato a lavorare per costruire qualcosa che vada al di là dell’aspetto tecnico – ha detto in merito Stefano Sammarini -. Proprio in questi giorni sta partendo un progetto che ha come obiettivo quello di far vivere in maniera diversa la partita ai tifosi, alla città e agli sponsor. Vorrei che lo sponsor diventasse tifoso. Iniziamo ad attuarlo con una campagna abbonamenti innovativa”. Un manifesto con cinque granchietti in un campo da basket con lo slogan “E’ un gioco di squadra” ha detto Sammarini.
Per la stagione alle porte sono stati confermati gli sponsor che hanno chiuso l’annata passata. Capicchioni ha iniziato a parlare sul suono delle campane del Duomo. “Speriamo che sia un auspicio di vittoria, così come accade in Formula Uno” ha commentato con un sorriso. “Ho accettato la sfida di Rimini anche a causa delle nuove regole – ha detto Capicchioni – perché i Crabs sono l’unica società che da sempre punta sul vivaio. Lavoriamo nella pallacanestro da trent’anni. Abbiamo una rete mondiale di conoscenze che vorremmo portare al servizio di Rimini. Quando Sberlati mi ha contattato non potevo che accettare”.

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454