24 June 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

I versi del tempo che fu: da venerdì il festival della poesia Medievale

Rimini

29 luglio 2002, 18:23

in foto: Da venerdì a domenica a Rimini il “Festival della poesia medioevale” giunto alla seconda edizione. La rassegna 'Fra realtà e visione, geografie poetiche di un mondo in movimento” si svolgerà nel Giardino del Lapidario del Museo della Città. Il programma a cura dell'organizzazione:

La sera del 2 agosto è dedicata alle città e propone liriche sui grandi miti urbani della cosmografia medievale lette da Franco Olivero e Rosaria Lo Russo al suono delle percussioni magiche di Luca Brunelli Felicetti:
Roma è la città dei martiri e del pontefice, ma nei versi del grande Ildeberto di Le Mans è anche il segno del potere che non dura e della bellezza che supera il tempo; Costantinopoli è la porta dell’oriente ma nella poesia bizantina è soprattutto depositaria di una storia creduta inviolabile;
Il programma della seconda serata, sabato 3 agosto, letto da Franco Olivero e Anghela Alò, è dedicata ai viaggi e ai pellegrinaggi: mette teatralmente a contrasto umorosi e cinematografici sbarchi di pellegrini, accolti in Oriente come i clandestini oggi in Italia, con la grande poesia visionaria che racconta i fantastici incontri del Prete Gianni o di Alessandro Magno con Sirene, Fanciulle-Fiore e Gimnosofisti. Il viaggio-visione anche nei regni dell’inconscio e negli itinerari verso l’aldilà: da quello colorato e magico di san Brandano alla immersione negli stati dell’anima descritti dal Viaggio nel regno del ritorno del persiano Sana’i, che precede di oltre un secolo la Divina Commedia.
La terza serata, domenica 4 agosto è dedicata a Gerusalemme, punto di incontro fra terra e cielo, sepolcro di Cristo e il tempio di Salomone, ma insieme polo di attrazione sentimentale degli ebrei europei, e terza città santa dell’Islam. Leggono Anghela Alò e Franco Olivero. Interventi musicali: Gianna Grazzini mezzosoprano Duo Giuia diretto da Kamran Khacheh (voce, setar e armonium) con Lorenzo Bagnoli al tombak.

L’impianto che il comitato scientifico ha pensato di dare a questa edizione privilegia due condizioni essenziali per la cultura del Medioevo ma del tutto ineditee per il lettore moderno di testi medievali: anzitutto la dimensione musicale, che per la poesia antica era costante naturale, e la dimensione multiculturale, che a lungo è stata oscurata dall’idea romantica del Medioevo come epoca di incubazione delle nazioni e dall’immagine di una monocultura cristiana e occidentale: oggi si torna a scoprire quanta molteplicità di forme e di linguaggi si agitava dietro l’immobile coerenza della cultura medievale.

Cast: voci recitanti Rosaria Lo Russo, Franco Olivero, Anghela Alò
Orario spettacoli: inizio alle ore 21,15

Ingresso libero

Per informazioni: Centro Culturale “Il Portico del Vasaio”, Via Sicilia 2 – 47900 Rimini
tel. 0541.786430, fax 0541.786468
e-mail: segreteria@porticodelvasaio.org.

Al festival contribuiscono Fondazione Cassa di
Risparmio di Rimini,Provincia, Settore Cultura Musei Comunali
del Comune e Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna. Per questa edizione sono stati scelti due aspetti: la dimensione musicale e quella multiculturale.

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454