Indietro
menu
Morciano Viabilità

Nuovo piano dei parcheggi: disco orario o parchimetro?

In foto: Nel corso dell'ultima seduta il Consiglio Comunale è tornato ad occuparsi del tema dei parcheggi nella città.
www.morciano.it
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 29 mag 2002 17:26 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Durante i lavori è stata infatti presentata e discussa la proposta di riorganizzazione della sosta a Morciano formulata da Graziano Gambuti, Comandante della Polizia Municipale di Gabicce, all’interno di un progetto commissionatogli dall’Unione Valconca per l’organizzazione del Servizio di Polizia Municipale di vallata.
Il documento propone la possibilità di scelta tra la regolamentazione con disco orario oppure con parchimetro (sosta a pagamento). Durante il dibattito sono emerse differenti posizioni da parte dei gruppi consigliari.
Il consigliere di Alternativa Democratica Ennio Tagliaferri ha proposto la sperimentazione per un anno del disco orario nelle principali strade del centro introducendo, dopo aver valutato l’esito della sperimentazione, la sosta a pagamento.
Il rappresentante di Uniti per Morciano Marcello Paolini ha dichiarato di condividere l’ipotesi della sosta con disco orario segnalando l’esigenza di una maggiore sorveglianza da parte della Polizia Municipale.
Il consigliere Mario Garattoni di Morciano 2000 si è invece pronunciato a favore dell’introduzione e diffusione dei sensi unici nel centro.

Al termine del dibattito, su proposta del sindaco, il Consiglio Comunale ha deciso di attivare un tavolo di confronto con le associazioni di categoria cittadine attraverso il quale valutare le ipotesi di intervento sulle quali successivamente decidere.

“Il piano dovrà essere definito entro luglio in modo che la sperimentazione venga avviata alla fine dell’estate – spiega il sindaco Giorgio Ciotti -. Personalmente non ho una particolare predilezione per la sosta a pagamento. Ad ogni modo una volta che il Consiglio avrà deliberato la sua decisione dovrà assumersi le relative responsabilità.
Una volta adottato, il Piano andrà regolamentato e fatto rispettare. Per questo si dovrà attivare anche un più stretto rapporto con l’Unione della Valconca perché vengano garantiti i necessari controlli, valutando attentamente anche l’ipotesi di affidare questo servizio ad un gruppo di Ausiliari del Traffico”.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Lucia Renati   
VIDEO