Indietro
menu
Morciano Politica

Insediato il Consiglio Comunale dei ragazzi. Le prime decisioni

In foto: Questa mattina, in Municipio, si è tenuta la seduta di insediamento del Consiglio Comunale dei Ragazzi di Morciano di Romagna.
www.morciano.it
di    
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
lun 20 mag 2002 17:52 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Alle 10,30 i giovani rappresentanti delle classi quinte della Scuola Elementare “Bruno Lunedei” e dell’Istituto Maestre Pie, Nikolas Cappelluzzo, Niccolò Ceccarelli, Gianluca Corbelli, Giulio De Angelis, Serena Del Bianco, Giuseppe L’Insalata, Giorgia Mancini, Stefano Marcellan, Francesca Masi, Giacomo Ottaviani, Pietro Ricci e Lara Tagliaferri, hanno preso posto sugli scranni abitualmente destinati ai consiglieri adulti di fronte ad una platea gremita composta da compagni di classe, insegnanti e genitori.
I lavori sono stati condotti e coordinati dal sindaco Giorgio Ciotti, Presidente del Consiglio Comunale dei Ragazzi. Il primo tema affrontato dai giovani consiglieri è stato quello della nuova Scuola Elementare. Nella delibera approvata gli alunni hanno richiesto che il Consiglio Comunale dei Ragazzi possa partecipare alla scelta della eventuale nuova denominazione del complesso e alla messa a dimora degli alberi del parco esterno, oltre a compiere una visita di verifica una volta ultimato l’edificio.
Su proposta del sindaco è stata inoltre decisa all’unanimità l’organizzazione, il prossimo autunno, di una grande festa per le scuole dell’obbligo (elementare e media) nell’area di via Spallicci in cui sorgerà la scuola, in occasione della posa della prima pietra del nuovo complesso.
I consiglieri hanno anche avanzato le loro proposte per la nuova Biblioteca che, come noto, sorgerà nell’edificio di via Pascoli oggi occupato dalla Scuola Elementare una volta che questa sarà trasferita: più spazi per la lettura e lo studio, sale multimediali, maggiore dotazione di libri e video, sale per mostre ed esposizioni, aree all’aperto per rappresentazioni teatrali e letture animate.
In accordo con il sindaco i consiglieri hanno deciso di trasmettere le proposte agli uffici competenti che proprio in questo periodo stanno provvedendo all’acquisto di nuovi libri e materiali per la Biblioteca.
Proposte di potenziamento anche per la Ludoteca, per la quale i consiglieri hanno proposto l’acquisto di giochi di società e di ruolo e l’organizzazione di iniziative di carattere sportivo. Anche questo tipo di ipotesi verranno trasmesse agli uffici competenti per verificare se, a partire dal prossimo anno scolastico, alcune delle proposte potranno entrare a far parte della programmazione del servizio attivato in collaborazione con i Comuni di San Clemente e Gemmano.
Rispetto al servizio di Scuolabus, i giovani consiglieri hanno manifestato l’esigenza di un numero maggiore di uscite didattiche sul territorio. Per questo motivo è stata avanzata la proposta di garantire, a partire dal prossimo anno scolastico, almeno due uscite per le classi che ne faranno richiesta.
Tenuto conto che il Comune di Morciano non ha uno Scuolabus di proprietà e che è in fase di definizione un accordo tra i Comuni dell’Unione Valconca per razionalizzare il servizio di trasporto scolastico in vallata è stato deciso di pianificare già dal mese di settembre le uscite didattiche prevedendo la possibilità di usufruire dei mezzi comunali per le uscite di una sola classe e l’acquisto di corse aggiuntive dalla ditta fornitrice del servizio di trasporto scolastico per le uscite di più classi contemporaneamente.
Infine il Consiglio Comunale dei Ragazzi di Morciano ha deliberato l’adozione a distanza di 10 bambini facendo riferimento alle Missioni morcianesi in Bangladesh e Brasile. Il sindaco ha dichiarato l’intenzione del Comune di Morciano di continuare a sostenere il progetto se il Consiglio Comunale dei Ragazzi deciderà in questo senso anche nei prossimi anni.
“Il lavoro che avete svolto e le proposte che sono state discusse e deliberate – ha detto il sindaco Giorgio Ciotti a conclusione della seduta – sono la testimonianza che siete ragazzi che non si fermano alle cose abitualmente legate alla vostra quotidianità ma che si interessano in maniera approfondita di una molteplicità di tematiche a favore non solo di voi stessi ma anche dei vostri coetanei e delle generazioni future”.

Notizie correlate
di Redazione