Indietro
menu
Politica Regione

A Parma (Lega nord) il Consiglio degli immigrati non va proprio giù

In foto: Maurizio Parma della Lega nord ha rivolto un'interrogazione alla Giunta regionale per sapere se intenda criticare il Presidente della Provincia di Rimini, Ferdinando Fabbri, firmatario del decreto per l'indizione di elezioni del Consiglio degli immigrati, domiciliati nei vari comuni della provincia,
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 2 mag 2002 17:27 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

“privo di probanti riferimenti normativi e omissivo del rispetto del principio internazionale di reciprocità da assicurare ai cittadini riminesi intenzionati a soggiornare nei paesi di provenienza degli immigrati beneficiari delle concessioni”.
L’esponente della Lega chiede di condannare “l’isolata sortita dell’Amministrazione riminese invitandola ad agire coordinatamente con le altre Province e Regioni italiane e senza
prospettare, alle prossime elezioni provinciali, alcuna concessione di voto agli immigrati”.
Parma chiede infine di conoscere il costo complessivo delle consultazioni previste, precisando quanto e quale personale dipendente sia stato mobilitato nei vari comuni riminesi per le operazioni di voto,
se ci sono candidati riconducibili a correnti fondamentaliste islamiche e di rendere noto quanto fatto sino ad oggi, dall’Amministrazione provinciale, a favore del rientro dall’Argentina e da altri paesi sudamericani dei nostri connazionali emigrati e dei loro discendenti.

Notizie correlate
di Redazione   
di Andrea Polazzi   
di Andrea Polazzi   
VIDEO