martedì 11 dicembre 2018
In foto: “Tempo Libro” arriva a quota sei e dà spazio alla poesia romagnola, in dialetto e in lingua. Il nuovo ciclo della rassegna culturale promoss dalla Biblioteca Comunale di San Mauro Pascoli quest’anno ha come titolo “Poeti e poesie di Romagna”:
di    
lettura: 2 minuti
lun 4 mar 2002 13:52 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min 39
Print Friendly, PDF & Email
Reading Time: 2 minutes

cinque gli incontri in programma alla Biblioteca in piazza Mazzini, tutti i giovedì fino al 4 aprile. Si comincia questa settimana con Gianni Fucci. Ci presenta la rassegna Gianfranco Miro Gori, assessore alla Cultura del Comune di San Mauro.

Il progrmma degli incontri:

Giovedì 7 marzo Gianfranco Lauretano presenta Gianni Fucci.
Giovedì 14 marzo Dino Pieri presenta Antonio Gasperini.
Giovedì 21 marzo (nel salone comunale) Miro Gori presenta Giovanni Nadiani e i Faxtet
Giovedì 28 marzo Achille Mazzotti presenta Corrado Bellavista.
Giovedì 4 aprile Enrico Pollini presenta Giuseppe Scocchetti.

Per informazioni, Biblioteca Comunale Piazza Mazzini, 7 tel/fax 0541-933656.

I PROTAGONISTI DI TEMPO LIBRO

Gianni Fucci: nato in Francia, fin dall’infanzia ha abitato a Santarcangelo di Romagna. Da anni si occupa di cinema e di letteratura. Ha fatto parte del gruppo di artisti e intellettuali di Santarcangelo e dintorni, fra i quali erano presenti Nino Pedretti, Tonino Guerra, Raffaello Baldini, Rina Macrelli, che informalmente si ritrovava a casa di Pedretti e al Caffè Trieste, che qualcuno ironicamente ha definito E circal de giudeizi (il circolo del senno). È autore di diverse raccolte di poesie dialettali: La morta e è cazadçur. Poesie romagnole (Maggioli Editore), Èlba dla memòria (Maggioli Editore). Collabora a svariate riviste, come “Lengua”, “Tratti”, “Diverse lingue”, “Il lettore di provincia” ed ha ricevuto diversi premi letterari: il premio Romagna (1986), il Premio Lanciano (1991), il premio Biagio Marin ex aequo con Paolo Bertolani, il Premio S. Vito (1996). L’ultima raccolta pubblicata: La baleda de vent.

Antonio Gasperini: insegnante, originario di Montiano, ha esordito come poeta in lingua pubblicando tre raccolte in versi. È approdato poi al dialetto con la sua prima raccolta dal titolo Tra i mi cudal. I suoi versi dialettali si caratterizzano per una accentuata vena lirica unita a una forte ricerca delle radici.

Giovanni Nadiani: dopo avere viaggiato a lungo l’Europa, dal 1985 vive a Reda di Faenza. Insegnante per diversi anni di lingua e letteratura tedesca in vari istituti scolastici, si è dedicato alla scrittura di racconti e poesie in lingua e dialetto pubblicando diverse opere: Dagli assetati campi. Poesie e traduzioni dall’opera poetica di Greta Schoon (1984), Orme d’ombra. Poesie e traduzioni dall’opera poetica di Oswald Andrae (1986), E’ sèch. Poesie (1977-88) (1989), Tir (1994). Vincitore di diversi premi e curatore di saggi letterari, Nadiani come narratore ha pubblicato Il sole oltre la nebbia (1986), Nonstorie (1992), di cui nel 1995 è apparso il seguito Solo musica italiana. Nello stesso anno ha curato l’antologia L’invenzione della tenerezza che raccoglie testi del poeta belga W.R. Roggeman. È redattore della rivista “Tratti” e collaboratore di svariate riviste di carattere letterario.

Faxtet: formazione musicale di bluejazz sorta nel 1990, negli ultimi anni ha sviluppato un lavoro di ricerca legato all’abbinamento “letteratura e musica” realizzando due Cd, Invel ,Insen (in collaborazione con il poeta Giovanni Nadiani) e Storie di Jazz (con l’ausilio dell’attore Ferruccio Filippazzi). Questi i sei componenti del gruppo: Andrea Bacchilega (batteria), Alessandro Valentini (tromba), Fabrizio Tarroni (chitarra), Guido Leotta (sax e flauto), G. Luca Ravaglia (contrabbasso) e Margherita Vannini (voce). L’ultima fatica discografica presentata qualche mese addietro si chiama Selavi.

Corrado Bellavista: savignanese, ha pubblicato tre raccolte di poesia, e ultimamente un Cd-rom con letture delle sue opere con accompagnamento musicale del violinista Cristian Pintilie. La sua ricerca poetica si caratterizza per la limpidezza e “l’onestà” del discorso.

Giuseppe Scocchetti: di origine meridionale vive a San Mauro Pascoli dove ha cominciato a comporre poesie. Negli ultimi anni ha pubblicato due volumi, Il calicante e Il nero

Altre notizie
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
VIDEO
di Roberto Bonfantini
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO