domenica 16 dicembre 2018
In foto: Grande affluenza di pubblico alla "prima" a Casa Pascoli. Oltre 500 persone in questa prima settimana di apertura sono accorse a visitare la mostra nella casa natale del poeta, che ha visto il coinvolgimento diretto di diversi cittadini sammauresi:
di    
lettura: 1 minuto
ven 1 mar 2002 16:07 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

la mostra, aperta fino al 31 marzo prossimo, è realizzata dal Centro Sociale “I Sempra Zovan” in collaborazione con il museo di Casa Pascoli, il Comune di San Mauro Pascoli, la Fondazione “Domus Pascoli”, l’Accademia Pascoliana e la Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio di Ravenna.
Tema al centro di questa iniziativa sono gli oggetti di fine Ottocento realizzati dagli anziani del paese per una sorta di itinerario storico-letterario sul Pascoli. Particolarmente apprezzati sono stati gli inediti oggetti appartenuti alla madre del poeta (il crocifisso, un ventaglio di carta colorato da Margherita Pascoli la primogenita della famiglia Pascoli, gli attrezzi per muovere la brace dello scaldino e della “suora”). Oggetti custoditi dalla cugina materna Ancilla Scardavi, titolare allora di una sorta di asilo che fu frequentato dal poeta e dalle sorelle, esposti a Casa Pascoli per gentile concessione del nipote Dante Della Chiesa, che li ha conservati con cura nel corso degli anni, e che “l’amministrazione comunale e Casa Pascoli ringraziano sentitamente” si legge in una nota.
Si ricorda che la mostra è gratuita ed è visitabile tutti i giorni dalle 9,30 alle 13,00, dalle 15,00 alle 19,00. Chiuso il lunedì. Per informazioni e visite guidate: tel. 0541-810100 (mattina), 0541-812547 (pomeriggio).

Altre notizie
di Roberto Bonfantini
di Maurizio Ceccarini
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
VIDEO
di Roberto Bonfantini
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna