martedì 11 dicembre 2018
In foto: Promuovere la cultura dell’accoglienza e creare una rete di sostegno per le famiglie che si aprono all’adozione e all’affido. E’ questo l’obiettivo dell’Associazione “Famiglie per l’Accoglienza”, una delle realtà non-profit aderenti alla Compagnia delle Opere:
di    
lettura: 1 minuto
gio 14 mar 2002 13:21 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 6
Print Friendly, PDF & Email

“Secondo le ultime statistiche – ha dichiarato Alberto Pezzi, responsabile regionale dell’associazione – il 15% di famiglie che si aprono all’accoglienza recedono dal loro impegno. E’ per questo che è fondamentale stare vicino a chi sceglie di accogliere”. A Rimini l’esperienza di “Famiglie per l’Accoglienza” è iniziata nel 91 con l’ospitalità in estate a bambini rumeni e oggi conta circa 50 famiglie aderenti che collaborano anche con l’Ausl. Famiglie per l’Accoglienza interviene anche con un monito sulla legge Castelli che sta delineando lo smantellamento di una parte del Tribunale dei minori. Alberto Pezzi ci spiega l’attività della Associazione e le preoccupazioni relative alla nuova normativa.

Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO