22 August 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Da piazza Cavour un urlo contro il terrorismo, contro tutti i terrorismi

Rimini

20 marzo 2002, 12:16

in foto: Anche Rimini si schiera contro il terrorismo. La manifestazione indetta per questa mattina alle 10.30 in piazza Cavour, organizzata nei giorni scorsi dalla CGIL per protestare contro l’abolizione dell’art. 18, si è trasformata in una occasione per ribadire il “no” della città alla violenza. In piazza ci sono i politici della città, ci sono il presidente della provincia Fabbri e il sindaco di Rimini Ravaioli, insieme ai lavoratori di Cgil, Cisl e Uil. Tanta gente, qualcuno capitato anche per caso, magari per fare un giretto al mercato che comincia, con le bancarelle, esattamente al confine con le bandiere che i lavoratori espongono.

I tre sindacati hanno firmato una dichiarazione congiunta di condanna per quello che viene definito “un terribile delitto contro la democrazia”. Marco Biagi (nella foto sopra), il professore bolognese vittime dall’attentato di ieri sera, viene ricordato come “valido studioso e consulente prezioso del Ministero del Lavoro”. Le segreterie sindacali porgono le condoglianze alla famiglia, e hanno indetto due ore di sciopero generale di tutti i lavoratori, da decidere localmente; invitando anche alla partecipazione alla manifestazione che si è tenuta a Bologna oggi pomeriggio.
E oggi alle 16 è stato convocato un Consiglio provinciale straordinario durante il quale è stato approvato all’unanimità un documento che respinge ogni attacco terroristico.
“Siamo costernati- ha dichiarato il presidente della provincia Ferdinando Fabbri (nella foto a destra)- davanti al colpo durissimo inferto alla istituzione dello Stato, colpendo un uomo integro. Vogliamo coinvolgere la nostra comunità in una reazione civile e democratica”.
E’ stato il Ministro dell’Interno Scajola a relazionare in Senato sul tragico omicidio di ieri sera. Giampaolo Bettamio di Forza Italia è stato eletto senatore a Rimini e ha dichiarato. “atti folli di questo tipo sono la conseguenza di una tensione, provocata ad arte sull’art.18”.

“Una cosa è parlare di articolo 18, un’altra di questa azione di terrorismo che cerca di creare collegamenti indebiti e non dovuti tra le due cose” ha sottolineato il sindaco di Rimini Alberto Ravaioli (nella foto a sinistra), al quale abbiamo chiesto il significato della sua presenza, questa mattina, in piazza Cavour.

Meris Soldati, segretario provinciale della Cgil, ha parole dure contro chi “vuole strumentalizzare le battaglie civili e democratiche dei lavoratori. Il nostro è un urlo contro il terrorismo, contro tutti i terrorismi” ha aggiunto

Un monito ad abbassare i toni arriva dalla Cisl “ultimamente c’è stata una forte esasperazione attorno ad alcuni temi caldi, dobbiamo avere tutti l’umiltà di fare un passo indietro” ha detto Stefano Gregnanin che sentiamo

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454