mercoledì 12 dicembre 2018
In foto: Il Rimini sale a Trento, ma alcuni tifosi, invece che verso le Alpi, si dirigeranno verso il Titano. Nella domenica che vede i biancorossi sono di scena in Trentino, il San Marino è impegnato in casa nel tentativo di fermare la marcia della capolista Teramo:
(nella foto Claudio Foscarini, mister dei biancorossi)
www.riminicalcio.com
di    
lettura: 2 minuti
sab 9 mar 2002 13:28 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min 5
Print Friendly, PDF & Email

e così, mentre un gruppo di tifosi seguirà la squadra di Foscarini a Trento, qualcuno andrà a San Marino per aiutare i tifosi dei biancazzurri a rendere meno pesante la forza del tifo abruzzese, annunciato in mille unità. Il Rimini, prima di guardare alle vicende altrui, deve comunque ritrovare sé stesso: domenica scorsa contro il Faenza è tornato il risultato, ma il gioco ha dimostrato ancora qualche lacuna. E quello di Trento, contro una squadra poco intenzionata a perdere per non compromettersi in chiave salvezza, non sembra un impegno troppo facile.
La squadra guidata da Luciano Miani, subentrato nel girone di ritorno a Terzulli, occupa infatti il quintultimo posto in classifica, che significa play out, a tre punti dalla coppia Mestre-Montichiari, al momento fuori pericolo. I punti del Trento sono 27, conquistati con 6 vittorie e 9 pareggi. I problemi vengono soprattutto dall’attacco, con appena 18 reti all’attivo – peggio ha fatto solo il Faenza – e solo 3 reti nelle ultime 9 giornate. La difesa, trafitta 30 volte, si è invece assestata sotto la direzione di Maini: nelle ultime 9 giornate le reti subite sono state 5.
La porta del Trento è difesa dal 30enne Rotoli; in difesa ci sono l’esperto Volani (32 anni), Scandroglio (21enne della Costa d’Avorio, proveniente dalla Sangiovannese), Chiavaro (21 anni) e Casanova (23 anni). A centrocampo, dove mancherà lo squalificato Zago, ci sono il laterale difensivo Sanfratello (27 anni, dal Montevarchi), Daccordo (24 anni), e i giovani Cester (21 anni) e Pezzoli (20 anni). La coppia d’attacco è formata da Pierotti (con 6 gol all’attivo il bomber del Trento) e Tabbiani (21 anni, dalle giovanili del Genoa; 4 reti in questo torneo).
All’andata al Romeo Neri il Rimini si impose non senza soffrire per 1 a 0 con rete decisiva di Favi. In casa biancorossa si cerca di ritrovare la giusta concentrazione dopo la turbolenta settimana post derby.
Dall’infermeria per mister Foscarini arriva una notizia buona e una cattiva: Marco Brighi ci sarà, mentre per Rachini, che domenica scorsa ha messo a segno il raddoppio del Rimini mettendo fine al lungo digiuno dei centrocampisti, non c’è nulla da fare. Ma le sorprese arrivano dalle esclusioni di Micchi, D’Angelo e Antonioli, che non sono stati convocati per la trasferta trentina: Foscarini ha giustificato la scelta con la necessità di far respirare chi non è al massimo. Torna invece tra i convocati Maurizio Neri. Ad affiancare Di Nicola in attacco dovrebbe essere Luconi. Sentiamo mister Foscarini.
Su Radio Icaro: sabato alle 19.40 Anteprima Calcio
Domenica dalle 15: diretta di Trento-Rimini con collegamenti da San Marino-Teramo

Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO