domenica 16 dicembre 2018
In foto: Da oggi al 29 marzo si possono presentare a Cesena le domande per richiedere il contributo per l’affitto da parte di inquilini in possesso di regolare contratto d’affitto che devono sostenere canoni troppo alti rispetto al proprio reddito:
di    
lettura: 2 minuti
ven 1 mar 2002 20:11 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

“L’attivazione del fondo nazionale destinato a sostenere le famiglie in difficoltà per l’elevato costo del canone, avviata nel 2000 con l’istituzione di un apposito capitolo della legge finanziaria – segnala l’assessore alle Politiche Sociali, Elide Urbini – purtroppo ha visto ridimensionato di ben il 25% il fondo previsto in Finanziaria 2002 approvata dalla maggioranza di governo.
Nel corso del 2001 a Cesena sono stati assegnati contributi integrativi per l’affitto a 600 famiglie, per un valore di complessivo di 1 miliardo e 580 milioni di lire. Per il 2002, purtroppo, non potremo più contare sulla stessa cifra. Una decisione grave, in contrasto con l’aggravarsi del disagio delle famiglie, sempre più in difficoltà a sostenere gli aumenti dei canoni che crescono in modo generalizzato.
La diminuzione delle risorse disponibili, solo parzialmente mitigato dall’intervento diretto del Comune, che vi ha destinato un suo proprio contributo, a fronte di un prevedibile aumento delle richieste, costringerà a ridurre il contributo erogabile agli aventi diritto, attuando una selezione più rigida in rapporto al peso del canone sul reddito familiare”.
Per presentare le domande occorre rivolgersi all’Ufficio Casa, che è aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 13,30; e nei pomeriggi di martedì e giovedì dalle ore 14,30 alle 17,00.
Le domande devono essere accompagnate dai seguenti documenti:
1. Dichiarazione e Certificazione Ise;
2. Contratto d’affitto regolarmente registrato;
3. Fotocopie delle ricevute d’affitto dei mesi pagati relativi al 2002 (gennaio/febbraio/ed eventualmente marzo).
I moduli per la presentazione della domanda possono essere ritirati all’Ufficio Casa e all’Ufficio Relazioni con il Pubblico (sotto il Loggiato del Comune) e possono essere scaricati da internet collegandosi al sito del Comune: www.comune.cesena.fc.it.
Il Comune di Cesena ricorda che gli addetti dell’Ufficio Casa sono disponibili anche per aiutare nella compilazione della domanda. Per la dichiarazione Ise ci si può rivolgere ai Centri di Assistenza Fiscale (C.A.F.) presenti presso i Sindacati, Patronati e Associazioni di Categoria oppure all’Ufficio ISE del Comune di Cesena, che è aperto al pubblico nei giorni di lunedì – mercoledì – venerdì, dalle ore 8,30 alle ore 13,30 e al giovedì dalle 14,30 alle 17,00.
I documenti necessari sono i seguenti:
· Codice fiscale dei componenti il nucleo familiare (si fa riferimento allo stato di famiglia);
· Ammontare dei redditi percepiti da tutti i componenti il nucleo familiare nell’anno 2000;
· Valore del patrimonio mobiliare al 31/12/2001 (Saldi di c/c e depositi bancari e postali, azioni, titoli, obbligazioni, assicurazione vita/capitale, etc) e i dati dell’intermediario che li gestisce (ABI e CAB);
· Contratto d’affitto registrato;
· Valore ICI dei beni immobiliari alla data del 31/12/2001.

Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna