mercoledì 26 giugno 2019
menu
In foto: Sabato in occasione di San Massimiliano Martire, patrono degli obiettori di coscienza, la Caritas diocesana festeggerà con i vecchi e nuovi obiettori che hanno prestato il loro servizio:
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
gio 7 mar 2002 19:24 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

San Massimiliano di Tebessa può essere considerato il primo obiettore di coscienza, perché al tempo romano rifiutò di fare il servizio militare, a cui la legge lo obbligava in quanto figlio di un veterano, adducendo l’incompatibilità di quel servizio con il suo essere cristiano e per questo fu giustiziato.
L’appuntamento con la festa della Caritas, a cui sono stati invitati circa 350 obiettori, è alle 18,30 alla Chiesa della Madonna della Scala, per un momento di riflessione e una cena insieme. Ci presenta l’appuntamento Pietro Borghini, operatore del centro di accoglienza e decano degli obiettori Caritas.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
di Icaro Sport   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna