martedì 22 gennaio 2019
In foto: Il sindaco Alberto Ravaioli (nella foto) boccia il casinò. Il primo cittadino di Rimini si dichiara contrario all’ipotesi di apertura di una sala da gioco non solo a Riccione, ma in tutta la Romagna:
di    
lettura: 1 minuto
ven 8 feb 2002 11:17 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

“Trovo che un casinò non sia indispensabile per Rimini, comunque non è previsto nella nostra città – ha detto ieri sera in Consiglio comunale Ravaioli – Valuterò quali passi compiere per far intendere anche alle altre realtà, dove ho meno possibilità d’intervento, gli interessi dell’intero territorio. I casinò portano solo criminalità. Non vedo nessuna appetibilità per il casinò: dobbiamo puntare su altre cose”. Ravaioli si è espresso sulla questione anche al nostro microfono.

Sulla stessa lunghezza d’onda il capogruppo di Rifondazione Comunista Cesare Mangianti, che ha avanzato un’interpellanza. “Noi siamo contrari alle case da gioco, non solo per un motivo di moralità, ma perché la presenza di queste strutture si può prestare ad infiltrazioni malavitose. Basta guardare le altre località in cui c’è un casinò” – sostiene Cesare Mangianti, che ribadisce le sue posizioni al nostro microfono.

Notizie correlate
di Redazione
mediazione aziendale

Che cos'è il workfare?

di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna