lunedì 17 dicembre 2018
In foto: La solidarietà parte dagli immigrati e si rivolge alle situazioni di bisogno dei loro paesi di origine. E questa l’idea maturata da un progetto dalla Caritas diocesana riminese e che ha portato il direttore don Renzo Gradara in Perù accompagnato dal responsabile della comunità peruviana insediata a Rimini:
di    
lettura: 1 minuto
gio 28 feb 2002 12:55 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

l’obiettivo è di tenere vivo il rapporto degli immigrati con la terra d’origine, ma anche di aiutare i riminesi a riflettere sulla presenza degli immigrati in Diocesi.
I progetti individuati sono 4 e riguardano: due scuole private per bambini con handicap psichici, in grosse difficoltà finanziare per la mancanza di aiuti statali, una casa in costruzione che dovrebbe ospitare 40 bambini orfani e per la quale la Caritas si farebbe carico dello stipendio degli insegnanti e l’acquisto di una cisterna per l’acqua potabile per una scuola frequentata da 250 studenti. Ci parla dell’iniziativa don Renzo Gradara, di ritorno dal viaggio in Perù

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna