venerdì 14 dicembre 2018
In foto: E’ stata confermata la nazionalità senegalese dell’immigrato morto all’alba di oggi dopo essersi introdotto all’interno di una abitazione riminese. Il proprietario dell’appartamento e sua moglie sono stati sentiti fino a tarda serata in Questura e in Procura, come testimoni dei fatti. L’uomo ha già l’ assistenza di un avvocato.
di    
lettura: 1 minuto
gio 14 feb 2002 17:52 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 11
Print Friendly, PDF & Email

La dinamica dell’episodio non è stata ancora chiarita dagli inquirenti: il giovane immigrato non è entrato nella casa per rubare ma per chiedere aiuto. Indossava solo un paio di pantaloni ed era completamente bagnato. Gli investigatori hanno accertato che il senegalese ha abbandonato un bivacco sotto un ponte della statale Adriatica, dove sono stati trovati suoi indumenti. Ha guadato il canale e si è introdotto in forte stato confusionale nella prima abitazione che ha trovato, un appartamento vicino allo stadio del Baseball. Ha alzato la tapparella, sfondato una vetrata ed una volta dentro avrebbe avuto una colluttazione con il proprietario: il salotto appare infatti devastato, con sangue dappertutto. La moglie ha chiamato il 113, ma all’arrivo degli agenti il giovane era morto. Resta da accertare se per un malore, un atto violento o altri motivi.

Altre notizie
di Andrea Polazzi
di Redazione
FOTO
Notizie correlate
di Simona Mulazzani
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO