mercoledì 19 dicembre 2018
In foto: Il Rimini sale a Poggio Rusco, piccolo centro della provincia di Mantova, per un testacoda da non sottovalutare. I biancorossi sono infatti chiamati a rispondere subito al Teramo, che in settimana, con la vittoria nel recupero contro la Sambenedettese, li ha raggiunti in vetta alla classifica:
(nella foto l'argentino Ricchiuti, nuovo acuisto del Rimini)
www.riminicalcio.com
di    
lettura: 2 minuti
sab 9 feb 2002 14:05 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

il girone B della C2 presenta così al vertice una situazione identica a quella della serie A, con tre squadre rinchiuse in un punto.
Apparentemente quello del Rimini, opposto al fanalino di coda, è ha un impegno più facile rispetto alle due concorrenti: il Teramo è infatti di scena sul terreno del rilanciato Sassuolo, compagine alla ricerca di punti salvezza, mentre l’Imolese della quinta in classifica, quell’Alto Adige che domenica scorsa ha fatto sudare sette camicie agli uomini di Foscarini.
La Poggese, cenerentola del torneo con 14 punti, conquistati con due vittorie e 8 pareggi, non è assolutamente spacciata, essendo Faenza e Fiorenzuola avanti solo di uno e due punti, ed è quindi da supporre che venderà cara la pelle. Se i lombardi vantano la seconda peggior difesa del girone con 39 reti subite (peggio ha fatto solo il Sassuolo con 44), va ricordato che in casa sono stati trafitti solo 10 volte. Le reti all’attivo sono 21. Gli uomini di Rino Lavezzi – terzo allenatore stagionale dopo il giovane ma troppo spregiudicato Gaburro e il tecnico delle giovanili Calliari, in panchina solo per 3 domeniche – hanno necessità fare risultato per uscire da un periodo fallimentare, con appena 3 punti nelle ultime 10 gare.
L’ultima delle 12 sconfitte stagionali è arrivata domenica scorsa a Brescello, che si è imposto per 2 a 1 dopo l’iniziale vantaggio della Poggese.
In porta contro il Rimini non ci sarà il titolare Codognola, infortunato: al suo posto scenderà in campo Marini. In difesa, a fianco del 23enne Angeli, non manca l’esperienza, con il centrale Chiti (32 anni), Grignani (30 anni ) e Stradaroli (30 anni). Mancherà Rindone, squalificato. A centrocampo ci sono Rosati, Nicoletti, Biondi e Corradi: è previsto invece il forfait per il 34enne Franzini, ex del Rimini, prelevato a stagione in corso dal Montichiari. La coppia d’attacco è formata dal giovane Rossi e da Succi (20 anni, proveniente dalle giovanili del Chievo). Succi, con 8 reti messe a segno – l’ultima domenica scorsa a Brescello – è il bomber della Poggese. Una rosa giovane e senza molti punti fissi, tanto che finora sono 33 gli elementi utilizzati dai tre tecnici.
All’andata, il 7 ottobre al Romeo Neri, il Rimini non ebbe vita facile: dopo il doppio vantaggio nel primo tempo con Di Nicola e Micchi, nella ripresa la Poggese accorciò le distanze e il Rimini soffrì fino alla fine per difendere il 2 a 1.
Le ultime sulle formazione biancorossa parlano di un possibile recupero di Di Giulio, Brighi e Ballanti, anche se solo in panchina. Ancora fermi, invece, Luconi, Bordacconi e Bravo. C’è attesa per vedere all’opera l’ultimo acquisto del Rimini, il fantasista argentino Ricchiuti, definito come uno dei colpi migliori del mercato di gennaio. L’allenatore del Rimini Claudio Foscarini non si aspetta una passeggiata e ricorda i rischi nascosti nei testacoda.

Su Radio Icaro: di Poggese-Rimini si parlerà alle 19.40 in Anteprima Calcio. La diretta dell’incontro domani a partire dalle 14.30.

Anche l’impegno del San Marino parla mantovano: i biancazzurri ospitano infatti il Mantova allenato da Boninsegna. Per il tecnico Azzali i dubbi maggiori riguardano la difesa, decimata dagli infortuni.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna