domenica 16 dicembre 2018
In foto: Vittoria sofferta per la Garmon in casa del Magione Perugia in un match dal tasso agonistico elevatissimo e caratterizzato da alcune decisioni discutibili dei due direttori di gara. La tensione ha raggiunto il suo apice nella ripresa quando il tecnico biancorosso Domeniconi è stato addirittura colpito con uno schiaffo da uno spettatore:
di    
lettura: 1 minuto
lun 25 feb 2002 18:40 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

la Garmon è stata brava ad acciuffare una partita che a due minuti dalla fine sembrava irrimediabilmente compromessa con i perugini in vantaggio di una rete. Il pareggio di Zavatta e le reti di Palmiero su tiro franco e D’Argenzio hanno però ribaltato la situazione a favore dei romagnoli.
E’ stata una gara ricca di emozioni, con un primo tempo di marca riminese concluso sul 6-3 per Colonna e compagni e riaperto nella ripresa dal Magione grazie anche al contributo di un pubblico caldissimo.
L’altalena delle reti vede gli umbri avanti per 9-8 al 15’ della ripresa e il momentaneo pareggio di Mattei al 16’. Nuovo allungo del Magione con Zampetti al 17’ e l’epilogo di marca riminese nei due minuti finali per il definitivo 10-12.
Tra i marcatori da segnalare la tripletta di D’Argenzio e le doppiette di Mattei e Zavatta per i biancorossi.
Resta aperta la lotta per l’ultimo posto utile per l’accesso ai play-off: a contendersi la terza piazza dietro la coppia Viterbo, Miracolo Piceno sono ben cinque formazioni raccolte nello spazio di sette punti. Guida la fila il Palextra Fano a quota 33, segue Rimini a 31, San Benedetto a 30, Macerata a 27 e Ascoli a 26.
Proprio lo scontro diretto con il San Benedetto sarà di scena al Flaminio sabato 9 marzo: il campionato osserverà sabato prossimo un turno di riposo per gli impegni della nazionale maggiore.

Notizie correlate
di Icaro Sport
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna