martedì 18 dicembre 2018
In foto: Impresa Crabs. I biancorossi si presentano a Porto San Giorgio senza Bragg, Stephens, Ciosici e Rinaldi, e con Stokes in borghese, ma con tanto cuore e altrettanta grinta. La Premiata Montegranaro è costretta a lasciare il passo a una squadra capace di tirare con il 50% da tre (15/30) e di reggere il confronto, sulla carta impari, sotto le tabelle (34-29 per i padroni di casa il computo dei rimbalzi). La partita procede punto a punto:
www.basketrimini.com
di    
lettura: 1 minuto
lun 25 feb 2002 13:10 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

18-16 al suono della prima sirena, 44-44 all’intervallo, 67-75 alla fine del terzo quarto, frazione nella quale il coach marchigiano Ranuzzi ordina inopportunamente ai suoi la zona, consentendo ai riminesi di bruciare la retina a ripetizione da tre, soprattutto con un redivivo Merriweather.
Il finale è tutto per un Washington versione casalinga (chiuderà a quota 24). Del capitano gli ultimi 9 punti dei Crabs, compreso quello dalla lunetta che segna il definitivo sorpasso. Ultimo pallone per la Premiata, che fallisce il bersaglio prima con Ayuso, poi Riley, che aveva catturato il rimbalzo offensivo.
Finisce 92-91 per i biancorossi, che hanno avuto in Ruggeri un pivot anomalo da lode (22 punti e 5/10 nelle triple) e un Vitale vero e proprio emblema della voglia di far bene dei riminesi (5 punti e 6 rimbalzi). E ora scatta la fase a orologio.
I Crabs giocheranno la prima in casa, domenica prossima. Mentre proprio in questi minuti, nella sede di via Dante, viene presentato alla stampa l’acquisto dell’ultimo minuto, Ed Stokes. Sentiamo il commento alla vittoria del coach riminese, Stefano Michelini.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna