giovedì 13 dicembre 2018
In foto: Oggi ricorrono i 25 anni della morte di Luciano Vendemini, grande pivot riminese, ricordato domenica scorsa dai Crabs prima della gara con Capo d’Orlando con un mazzo di fiori deposto accanto la targa appesa nel palasport Flaminio di Rimini:
di    
lettura: 1 minuto
mer 20 feb 2002 18:01 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 284
Print Friendly, PDF & Email

Il 20 febbraio del ’77 a Forlì, poco prima della gara tra i forlivesi e la sua Chinamartini Torino, il 2.12 spirava, vittima di un attacco di cuore. Ma chi era Vendemini? Scoperto dal professor Rinaldi, Luciano, dopo aver appreso le basi della pallacanestro a Rimini, nel ’69 si trasferisce a Cantù. Nell’estate del ’73 Rieti paga il suo cartellino cento milioni di lire, una cifra stratosferica per l’epoca.
Nel ’76 a Edimburgo, nel torneo pre-olimpico, Vendemini gioca in maglia azzurra una partita memorabile contro la Jugoslavia. La sua prestazione monstre consente all’Italia di qualificarsi per Montreal. Luciano ci ha lasciato 25 anni fa, ma il suo ricordo è sempre con tutti noi amanti della palla a spicchi.
Sentiamo il ricordo di Gianluigi Rinaldi.

Altre notizie
di Icaro Sport
Notizie correlate
di Icaro Sport
di Redazione
VIDEO
di Icaro Sport
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO