sabato 15 dicembre 2018
In foto: “Non sapevo che quel carico contenesse della polvere da sparo”. Così si è difeso ieri, davanti al giudice, l’autotrasportatore albanese arrestato sabato scorso dai carabinieri con esplosivo e munizioni. Un connazionale gli aveva dato appuntamento davanti a un negozio sammarinese per un carico, ma quando è arrivato a destinazione, ha sostenuto, l’altro aveva già effettuato l’acquisto e gli ha rilasciato lo scontrino. Il gip ha disposto che resti in carcere.
di    
lettura: 1 minuto
gio 21 feb 2002 08:56 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 6
Print Friendly, PDF & Email

“Non sapevo che quel carico contenesse della polvere da sparo”. Così si è difeso ieri, davanti al giudice, l’autotrasportatore albanese arrestato sabato scorso dai carabinieri con esplosivo e munizioni. Un connazionale gli aveva dato appuntamento davanti a un negozio sammarinese per un carico, ma quando è arrivato a destinazione, ha sostenuto, l’altro aveva già effettuato l’acquisto e gli ha rilasciato lo scontrino. Il gip ha disposto che resti in carcere.

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
di Andrea Polazzi
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna