mercoledì 16 gennaio 2019
In foto: Cercare sicurezza per il futuro nei tarocchi, temere che la sfortuna sia il frutto di malocchio e fatture, provare l’emozione della seduta spiritica: sono timori e curiosità diffuse ampiamente nel tessuto sociale, e spesso rendono le persone più fragili vittime di presunti maghi che speculano senza scrupoli sulle paure della gente.
di    
lettura: 1 minuto
ven 11 gen 2002 12:21 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

anche la cronaca degli ultimi giorni riporta casi di persone che hanno speso decine di milioni per liberarsi da presunte sfortune, per proteggersi con amuleti, per tentare di vivere meglio. Tutto inutile, o anche dannoso: questa sera, alle 21.15 alla sala del teatro parrocchiale della Riconciliazione, in via della Fiera, padre Antonio Di Lella, missionario in Brasile, lo spiegherà in una serata dedicata a “Fenomeni paranormali tra fede superstizione e realtà”.
Partendo dai fenomeni psichici alla presenza del male nel mondo, padre Antonio si baserà sulla certezza che Gesù sconfigge il Diavolo e che al male, che ora alberga nel cuore dell’uomo, bisogna opporre l’amore: se davvero invidia e gelosia causassero il malocchio, afferma padre Di Lella, la metà della popolazione mondiale sarebbe all’ospedale o al cimitero”.

Notizie correlate
di Roberto Bonfantini
VIDEO
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna