venerdì 18 gennaio 2019
In foto: 40 milioni di euro di fatturato l’anno, 9 milioni di euro di margine operativo lordo, 130mila utenti sul territorio provinciale. Sono questi alcuni dei numeri dell’accordo, sottoscritto oggi, per la fusione tra Amir, Sis e Servizi Città (Gas Rimini).
(nella foto il sindaco di Rimini Alberto Ravaioli)
di    
lettura: 1 minuto
ven 18 gen 2002 16:56 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

La nuova società mista pubblico-privato, con il privato che potrà avere fino al 40,5% delle quote azionarie, opererà nei settori dell’acqua, del gas, delle telecomunicazioni e delle onoranze funebri e porterà circa 25 miliardi nelle tasche dei comuni. “Si tratta di un accordo importante – ha dichiarato il sindaco di Rimini Alberto Ravaioli – che permetterà alla nostra realtà di avere maggiore forza al tavolo romagnolo delle aziende dei servizi”. “Con i soldi che intascheremo – ha aggiunto il sempre ironico sindaco di Cattolica, Gianfranco Micucci – faremo un casinò in Serbia, visto che in Croazia pare ci sia già”. Palla lanciata a Riccione, rappresentato dall’assessore Vittorio Zucconi, che ha definito l’accordo la conclusione felice di un lungo percorso. Della società farà parte anche il comune di Misano Adriatico. Sugli obiettivi della nuova società di servizi, che dovrà passare al vaglio dei consigli comunali delle cittadine firmatarie entro il 15 marzo, sentiamo il sindaco di Rimini Alberto Ravaioli.

Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna