giovedì 24 gennaio 2019
In foto: Anche una terza persona è indagata per la morte di Samanta Moretti, la giovane 21enne uccisa l'11 novembre da un'auto all'uscita della discoteca Mosquito. Oltre a Simone e Roberta, i due amici della giovane che, dopo diverse contraddizioni si sono avvalsi della facoltà di non rispondere, anche il giovane che aveva una relazione sentimentale con la ragazza è indagato per favoreggiamento. Intanto, dall'inchiesta è emerso che a uccidere Samanta sarebbe stato un corpo arrotondato, come, ad esempio, lo specchietto di un'auto.
di    
lettura: 1 minuto
sab 5 gen 2002 08:47 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Anche una terza persona è indagata per la morte di Samanta Moretti, la giovane 21enne uccisa l’11 novembre da un’auto all’uscita della discoteca Mosquito. Oltre a Simone e Roberta, i due amici della giovane che, dopo diverse contraddizioni si sono avvalsi della facoltà di non rispondere, anche il giovane che aveva una relazione sentimentale con la ragazza è indagato per favoreggiamento. Intanto, dall’inchiesta è emerso che a uccidere Samanta sarebbe stato un corpo arrotondato, come, ad esempio, lo specchietto di un’auto.

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna