mercoledì 16 gennaio 2019
In foto: Il Piano sociale di zona nel Rubicone diventa realtà. Nei giorni scorsi si è definito il percorso per l’elaborazione di un nuovo strumento di programmazione sociale per il cesenate e per il Rubicone:
di    
lettura: 1 minuto
ven 11 gen 2002 12:57 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

questo grazie alla legge 328/2000 che ha messo a disposizione degli enti pubblici locali una serie di finanziamenti aggiuntivi (per il Comune di San Mauro 148 milioni), parte dei quali da destinare per i Piani di Zona. Piani definiti dai Comuni e coordinati dalla Provincia che vedranno la partecipazione di tutti gli enti assistenziali del territorio (Ausl, associazioni di volontariato, ecc.), mantenendo il loro radicamento a livello di distretto sanitario, sede individuata per indicare obiettivi e decisioni.
Compito dei Piani di zona è quello di offrire uno sguardo complessivo sui servizi del territorio, programmando le attività sociali e mettendo in rete i servizi a favore dei cittadini, in modo da intervenire laddove siano carenti (per esempio l’assistenza agli anziani, gli interventi per i disabili, i centri per le famiglie, la ludoteca, ecc.).

Queste le tappe previste per la messa a punto dei Piani di zona: in una prima fase di avvio è stato previsto un organismo unico decisore, Tavolo Circondariale, composto dagli Amministratori dei Comuni del cesenate e dall’Ausl di Cesena, coordinato dalla Provincia. Questo Tavolo prenderà le decisioni politiche, organizzerà momenti formativi e soprattutto curerà le relazioni con i soggetti chiamati a concertare le strategie di sviluppo integrato dei servizi.
Il Tavolo circondariale non assumerà nessuna competenza rispetto alla definizione degli obiettivi e delle strategie di zona, delegate invece a due Tavoli Distrettuali, chiamati ad assumere le decisioni in essere.

Altre notizie
mediazione aziendale

Che cos'è il workfare?

di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna