martedì 18 dicembre 2018
In foto: Dopo la pubblicazione da parte del quotidiano 'Il SOle 24 ore' del rapporto annuale sulla qualità della vita, che vede la Provincia di Rimini al settimo posto, il sindaco di Rimini Alberto Ravaioli (nella foto) esprime pubblicamente la sua soddisfazione:
di    
lettura: 3 minuti
lun 17 dic 2001 18:39 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
3 min
Print Friendly, PDF & Email

“E’ motivo di grande soddisfazione per tutta la realtà riminese il risultato ottenuto nel rapporto annuale pubblicato dal quotidiano ‘Il Sole 24 Ore’.

Rimini sale al 7° posto della classifica complessiva, miglior risultato di sempre che ci pone come prima provincia in Romagna e seconda in regione dietro alla sola Bologna per qualità della vita. Soprattutto la ricerca sancisce il positivo trend che in soli due anni ci ha portato dal 27° al 7° posto assoluto, grazie al netto miglioramento di alcuni dati presi a parametro che ci collocano su livelli di assoluta eccellenza in Italia. Mi riferisco ai primati centrati nell’area di valutazione ‘tempo libero’ che confermano come la nostra realtà resti capitale nazionale del divertimento, della cultura e più in generale del loisir.
Un biglietto da visita di valore europeo che ci ritaglia ancora una volta addosso i panni di scintillante vetrina del Paese. A questo fanno da pendant il salto in avanti delle statistiche riguardanti ‘servizi e ambiente’, dovuto principalmente a una rete infrastrutturale di avanguardia, e i dati sull’economia che ribadiscono l’estrema dinamicità del nostro sistema.
Per quanto riguarda il segmento ‘criminalità’ si registra un lieve peggioramento statistico dei parametri riferiti al 2000. Si è comunque lontani dalla prossimità della maglia nera di alcuni anni fa; in questo senso il terzo posto nel trend di diminuzione dei reati nel lungo periodo è significativo.
Il lavoro in sinergia svolto dagli enti locali in collaborazione con Prefettura e Forze di Polizia porta a risultati ormai consolidati anche se, come ho già detto in diverse occasioni, v’è la necessità di non abbassare la guardia, continuando a mantenere lo stesso livello di attenzione posto dal ’98 ad oggi. E per farlo, torno a ribadire, servono precise risposte da parte del Governo circa le dotazioni strutturali degli organici delle Forze di Polizia.

Debbo ancora una volta constatare come Rimini continui a essere penalizzata, in alcune classifiche specifiche, dalla statistica che non tiene conto dell’anomalia di una realtà che per diversi mesi all’anno accumula una presenza turistica tale da alterare di diversi punti percentuali tutta una serie di indicatori. Un esempio per tutti: il dato su scippi e borseggi che, a fronte di un calo significativo negli ultimi due anni, continua a vederci in ultima posizione. Sono incongruenze alle quali in futuro la statistica dovrà mettere mano se vorrà definire in maniera più precisa la ‘vocazione’ di un luogo.

In ogni caso la fotografia complessiva che emerge dal rapporto è veritiera: nella provincia di Rimini si vive bene e altresì altissima la percezione della qualità della vita che viene trasmessa all’esterno. Non lo nascondo: sono attestati lusinghieri anche per gli amministratori della cosa pubblica. Da parte nostra, anche alla luce di questi positivi risultati statistici, continueremo a lavorare nella direzione tracciata che punta all’ulteriore sviluppo della città attraverso importanti investimenti nei settori dell’infrastrutturazione, della cultura, dei servizi sociali, dell’istruzione, della sicurezza. Ritengo sia questa la strada su cui operare anche nella logica del ‘fare sistema’ di una provincia che ha bisogno di procedere compatta negli obiettivi se vuole crescere ancora di più.”

Del settimo posto è fiero anche il Presidente della Provincia, Ferdinando Fabbri, che in una nota attribuisce il risultato al “grande lavoro svolto dalle amministrazioni locali e dalle imprese, che hanno consentito un miglioramento delle infrastrutture”. Fabbri ricorda anche il sesto posto ottenuto nella sezione ‘spirito imprenditoriale’ e i meriti della Conferenza Internazionale sul turismo sostenibile, i cui frutti cominciano a farsi vedere nella nostra Provincia. Fabbri sottolinea ancora il terzo posto nella sezione ‘tempo libero’ e il secondo in quella ‘forma fisica’.
“Non posso che essere soddisfatto di questa crescita – conclude Fabbri – ma devo aggiungere che d’ora in poi il nostro impegno sarà ancora maggiore. Siamo infatti consapevole che molte cose restano ancora da fare”.

Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
Rimini Rimini Social

Fare la differenza

di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna