martedì 19 febbraio 2019
In foto: L’Associazione “Progetto Città” Riccione interviene con una nota sul progetto denominato “Futurismo”, che prevede il recupero e la ristrutturazione delle ex colonie Reggiana, Adriatica e Savioli e la riqualificazione dell’area circostante:
di    
lettura: 1 minuto
sab 15 dic 2001 22:39 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

“Appare – si legge nel comunicato – un progetto di notevole impatto ambientale, sia pure apprezzabile dal punto di vista della filosofia del “recupero dell’esistente”. Ciò che preme maggiormente a questa associazione ambientalista è che l’opera in questione sia rispettosa dell’area in cui insiste il complesso delle colonie, peraltro inserito nelle “Aree PAN” (protezione ambientale Naturalistica) della provincia di Rimini.
Si auspica che il progetto, che verrà presentato mercoledì prossimo, non crei ulteriori rigidità in un territorio già fortemente antropizzato, ma bensì si inserisca in consonanza e in maniera armonica in un contesto che chiede unicamente di essere valorizzato. Riccione non ha più bisogno di cemento ma di opere di riqualificazione per offrire nuova occupazione e rilanciare un turismo di qualità, solo in tale prospettiva si potrà parlare di un vero “Futurismo””.

Altre notizie
Ricevimento in Quirinale

Il Meeting ospite di Mattarella

di Maurizio Ceccarini
Notizie correlate
La Giunta adotta il nuovo piano urbano

Mobilità sostenibile, ecco come cambia la città

di Redazione
Verso il teatro di tradizione

Teatro Galli: lirica prodotta con Ravenna

di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna