sabato 15 dicembre 2018
In foto: Crabs in campo questa sera per il recupero dell’11esima giornata del campionato di Legadue. I biancorossi, contro la Sicc Jesi, sono a caccia della quarta vittoria consecutiva, che li proietterebbe in zona play off.
di    
lettura: 2 minuti
mer 5 dic 2001 18:41 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

I ragazzi di Ciani, dopo un avvio disastroso, paiono in pieno recupero: domenica scorsa hanno espugnato Capo d’Orlando; la Sicc è invece reduce da una netta sconfitta sul parquet del fanalino di coda Castelmaggiore, e il patron, Alfiero Latini, ha chiesto alla squadra un pronto riscatto.
Il coach marchigiano Andrea Mazzon può contare in cabina di regia sull’esperienza del 32enne Alberto Rossini, che in quasi 32 minuti d’impiego imbuca 7,4 punti con il 31,6% da tre. L’alternativa è l’americano Lamont Latimer, play classe ’76 alto 185 centimetri, che si ritaglia 14,3 minuti. E’ un play-guardia anche Lorenzo Pieralisi, che però finora non è mai entrato tra i dieci.
La guardia titolare è l’americano classe ’69 Myron Brown. Il giocatore di Pittsburgh viaggia a 15,3 punti di media in 35,5 minuti, con il 60,7% da due ed il 35,1% dall’arco. Gioca oltre due quarti e mezzo Mario Gigena, argentino con passaporto italiano nato 24 anni fa, autore di 12,8 punti a gara con un eccellente 47,4% dalla distanza e l’83,3% dalla lunetta. Il giocatore più pericoloso della Sicc è Michael Williams. L’americano, nato nel Michigan nel ’72 e alto 197 centimetri, imbuca 18,4 punti in 28,8 minuti, contornati da 4 rimbalzi. Ha giocato finora 7 minuti, tutti contro la Bignami, Simone Flamini, ala classe ’82, che a Bologna ha segnato 5 punti con il 100% dal campo. Cinque minuti totali per Valerio Polonara, ala classe ’84 di 198 centimetri, che ancora non è andato a referto. Una sola presenza, senza mettere piede sul parquet, per Nelson Rizzitiello, nato anch’egli nell’84. E ha giocato poco, appena due minuti, anche Daniele Giachi, altro giovane, nato ad Ancona nell’83.
Sotto le plance si torna a parlare americano con Bakari Hendrix, ala-centro di 205 centimetri. Per lui 14,5 punti e 6 rimbalzi in poco più di 31 minuti. Una particolarità: tira meglio da tre (48,6%) che da due (45,2%). E’ nato negli States anche Richard Rocca, classe ’77, per 2 metri e 4 centimetri: 15,5 punti e 8,6 rimbalzi il suo contributo. Sotto i tabelloni troviamo anche Claudio Pol Bodetto e Alessio Giovo, i più alti in casa Sicc con 208 centimetri. Il centro veneziano non gioca dalla quarta giornata, il 26enne Giovo si ritaglia poco più di 4 minuti a partita.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna