martedì 18 dicembre 2018
In foto: Martedì sera per evitare il carcere ha detto di essere minorenne, ed ha fornito l’ennesimo nome falso, esattamente il 21esimo della sua breve ma intensa carriera di pusher. Moes El Hasni questa mattina è stato giudicato per direttissima: 8 mesi e 10 giorni di reclusione. Il magrebino era stato bloccato alla stazione di Rimini dopo avere ricevuto da un tossicodipendente 235 mila lire in contanti.
di    
lettura: 1 minuto
mer 12 dic 2001 19:42 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Martedì sera per evitare il carcere ha detto di essere minorenne, ed ha fornito l’ennesimo nome falso, esattamente il 21esimo della sua breve ma intensa carriera di pusher. Moes El Hasni questa mattina è stato giudicato per direttissima: 8 mesi e 10 giorni di reclusione. Il magrebino era stato bloccato alla stazione di Rimini dopo avere ricevuto da un tossicodipendente 235 mila lire in contanti.

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
Notizie correlate
di Redazione
di Simona Mulazzani
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna