mercoledì 16 gennaio 2019
In foto: Calcio a 5. Sabato scorso la Garmon Rimini ha pareggiato per 2 a 2 al Flaminio contro l’ex capolista Miracolo Piceno al termine di una gara vivace. I riminesi hanno dovuto fare a meno in attacco di Zavatta e Trevisani: per quest’ultimo, alle prese con problemi di lavoro, la stagione è purtroppo finita. La Garmon ha creato molto, ma ha sprecato in fase conclusiva:
di    
lettura: 1 minuto
mer 12 dic 2001 18:32 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

in avvio la Garmon ha spinto molto. Dopo due insidiose conclusioni di Mellini e Palmiero, è andata in vantaggio con un tiro di Colonna deviato da un difensore del Miracolo. A un minuto dalla fine del primo tempo la Garmon poteva chiudere la gara ma, anziché approfittare della superiorità causata dall’espulsione del portiere ospite Bernardini, ha commesso il sesto fallo di squadra: dal conseguente tiro franco è arrivato il pari degli ospiti. Ospiti che all’11’ della ripresa sono passati in vantaggio con Rullo. La Garmon si è gettata in avanti, ma l’imprecisione di Palmiero e Onorevole e gli interventi dell’estremo ospite Traini hanno impedito il pareggio. A risolvere le cose ci ha pensato Mattei, che al 15’ ha siglato il pari definitivo.
Con il punto di sabato la Garmon sale a quota 14, appaiata alla Palestra Fano. Al comando c’è il Cus Viterbo con 21 punti. Sabato ancora un impegno interno per i riminesi: al Flaminio arriva ancora una marchigiana, il Macerata. Calcio d’inizio alle 15.

Notizie correlate
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna