domenica 16 dicembre 2018
In foto: Più che una partita di calcio a cinque quella andata in scena sabato pomeriggio al Flaminio è stata una gara di tiro a segno. Un malcapitato Macerata ha offerto per tutta la partita il fianco alle micidiali ripartenze dei ragazzi di Domeniconi che non hanno lasciato scampo all’incolpevole Farotti.
di    
lettura: 1 minuto
mar 18 dic 2001 11:05 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

I marchigiani si erano peraltro presentati a Rimini forti di una classifica che li vedeva distanziati dai biancorossi di appena un punto in classifica, ma le due reti iniziali di Colonna e Mattei, entrambe ispirate da precisi assist di D’Argenzio, e la terza rete di Mellini con bella deviazione su calcio d’angolo calciato da Mattei, hanno stroncato dopo appena cinque minuti ogni velleità degli ospiti. Da quel momento Rimini ha continuato a macinare gioco infilando ripetutamente un Macerata scoraggiato e poco attento nelle chiusure difensive. La prima frazione si chiude così con un perentorio 6 a 0. Ad andare a segno sono ancora Mattei, Zavatta e Onorevole.
La ripresa si apre con altre tre reti dei riminesi. I gol di Cennamo, Zavatta e D’Argenzio portano il risultato sul 9 a 0. Una timida reazione dei marchigiani porta Macella e Romano ad infilare per due volte Cellarosi. Il finale è comunque ancora di marca biancorossa. La decima e l’undicesima rete portano la firma di Zavatta, la 12esima quella di D’Argenzio. Trovano la via del gol anche Biagini e Grassi. Chiude il conto la rete di Manuali per il definitivo 14 a 3.
Con la vittoria di sabato Rimini sale al quarto posto in classifica con 17 punti, ad una sola lunghezza dal San Benedetto. In testa resiste ancora il duo Cus Viterbo e Miracolo Piceno rispettivamente con 24 e 22 punti. Quella di sabato è l’ultima partita ufficiale del 2001 per la Garmon. Il campionato riprenderà sabato 5 gennaio con Rimini impegnata in trasferta sul campo dell’Alma Juve Fano.

Notizie correlate
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna