giovedì 13 dicembre 2018
In foto: Per l’ultima partita del 2001 i Crabs ospitano domani la rivelazione del torneo di Legadue, la Cimberio Borgomanero, matricola e seconda in classifica alle spalle della fuggitiva Reggio Emilia. Radiocronaca in diretta su Radio Icaro, a partire dalle 12.
di    
lettura: 2 minuti
sab 22 dic 2001 15:30 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min 11
Print Friendly, PDF & Email

La società piemontese ha avuto il merito di credere nella squadra che lo scorso anno ha ottenuto la promozione dalla B1, inserendo al già collaudato e vincente telaio tre americani freschi di college. Il primo, il play Horace Jenkins, è anche il capocannoniere della Legadue: 30,3 punti a partita con il 61,1% da due, il 33% da tre e l’82,4% dalla lunetta. Per lo statunitense anche 2,4 assist, 3,6 recuperi e ben 7,5 falli subiti. Siccome non è perfetto perde però 5 palloni a partita. Quando Jenkins rifiata entra in campo il fresco 20enne Marco Rossi, varesino al terzo anno a Borgomanero. Per lui poco più di 14 minuti passati in media sul parquet, con 3,5 punti all’attivo.
La guardia titolare è il modenese Federico Ferrari. Il 26enne, alto 197 centimetri, segna in quasi 26 minuti d’impiego 7,3 punti. La sua specialità è il tiro dall’arco, dove si esprime con il 36,4%. Male ai liberi: 8/18.
Finora è partito sempre in quintetto Maurizio Giadini, guardia varesina classe ’76. Il 2 metri in attacco produce 6,4 punti, con il 60% dalla media, e cattura 3,9 rimbalzi. E’ nato nel varesino anche Marco Allegretti, che nelle prime cinque giornate era sempre partito in quintetto. Per lui 6 punti, con il 40% nelle triple, in 16,2 minuti.
Ha giocato in tutto 20 minuti, imbucando 14 punti, Silvio Ferrarese, il capitano nonché l’unico over 30 della Cimberio. Si è ritagliato qualche minuto in più, 34 totali, Carlo Di Gioia, ala di 202 centimetri. Il quattro titolare è l’americano di Chicago Marc Salyers, 2 e 4 che viaggia a 18,8 punti e 6,4 rimbalzi a partita. Mano educata anche dal perimetro: 32,9%. Il tallone d’Achille le 3,5 perse a partita. Il suo cambio naturale è l’argentino Ariel Aimaretti, 27enne di 207 centimetri che cattura 3,5 rimbalzi e imbuca 3,3 punti nei 12,7 minuti concessigli da coach Federico Danna.
Il centro è il 24enne di 2 metri e 5 Damon Thornton. 12,5 punti con il 61,2% da due e un poco allettante 56,5% ai liberi, e 8,6 rimbalzi il suo contributo alla causa. Il 9 dicembre è arrivato a dare manforte sotto le plance Stefano Montani, che nell’esordio con Ferrara è rimasto seduto in panchina per tutti i 40 minuti.
La partita si giocherà alle 12 per esigenze televisive: diretta su RaiSat Sport. E nell’occasione il Basket Rimini offrirà ai presenti il panettone. I “granchi” quasi sicuramente dovranno fare a meno di Stefan Ciosici. La vigilia dei Crabs nelle parole del tecnico biancorosso, Franco Ciani.

Altre notizie
di Icaro Sport
Notizie correlate
di Icaro Sport
di Redazione
VIDEO
di Icaro Sport
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO