sabato 15 dicembre 2018
In foto: Domani alle 17, presso la Sala del Giudizio del Museo della Città, avrà luogo la presentazione dell’iniziativa “Aere civium, 5 imprese riminesi a sostegno dell’arte”.
di    
lettura: 1 minuto
ven 21 dic 2001 18:31 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 39
Print Friendly, PDF & Email

Durante la conferenza l’assessore alla Cultura del Comune di Rimini, Stefano Pivato, l’imprenditore riminese Arturo Menghi Sartorio e lo storico dell’arte Pier Giorgio Pasini illustreranno alla città il progetto di restauro di 35 opere e oggetti d’arte di proprietà comunale con il contributo finanziario di 5 aziende locali.

L’Aeffe spa di San Giovanni in Marignano, la Civis Augustus srl di Rimini, la Separ spa di Rimini, la Ren-Auto sas di Rimini, la Securtech srl di San Marino, si impegnano a versare al Comune la somma di 6 milioni di lire all’anno per 5 anni, pari ad un totale di 150 milioni di lire, che servirà a coprire le spese per il restauro di una serie di opere il cui elenco, per conto dei Musei comunali, è stato redatto dal professor Pier Giorgio Pasini e dalla dottoressa Michela Cesarini in accordo con le aziende stesse.

E’ questo uno dei primi esempi concreti in Italia per il riconoscimento di erogazioni liberali da parte di imprese a fronte di benefici fiscali riconosciuti dallo Stato. Infatti ai sensi della “Legge Melandri”, la 342 del 21 novembre 2000, le aziende potranno ridurre l’imponibile ai fini Irpeg delle somme versate a titolo di erogazione liberale seguendo tempi e modalità procedurali stabiliti dai Ministeri delle Finanze e per i Beni ed Attività culturali.

Altre notizie
di Andrea Polazzi
Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna