mercoledì 19 dicembre 2018
In foto: 40mila migliaia di euro all’anno per tre anni per le misure sociali di accompagnamento al fermo di pesca. E’ il contenuto di un emendamento alla Finanziaria 2002, approvato dalla Commissione Agricoltura di Montecitorio, insieme ad un ordine del giorno presentato dall’onorevole Gianluigi Scaltritti che impegna il Governo a risolvere diverse questioni rimaste aperte.
di    
lettura: 1 minuto
gio 29 nov 2001 13:53 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

In particolare chiede di definire le modalità di liquidazione delle domande del credito peschereccio, presentate al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali due anni fa e da allora inevase, di estendere anche al settore della pesca, come già previsto per l’agricoltura, l’esenzione dell’imposta di bollo per domande, atti e documentazione necessari per accedere agli aiuti comunitari e nazionali, e di ampliare a 40 miglia dalla costa la possibilità di operare per le barche abilitate alla pesca costiera.

Fondamentale, inoltre per il settore, la richiesta avanzata dall’ordine del giorno, di autorizzare il Fondo di rotazione ed anticipare i fondi Sfop 2000-2006 necessari al finanziamento delle domande di demolizione dei pescherecci, già inoltrate al Mipaf.
Soddisfazione viene espressa in una nota dal Presidente di Federcoopesca, Massimo Coccia: “E’ un primo passo certamente positivo. Ci auguriamo che l’esame del disegno di legge possa concludersi positivamente, garantendo così al settore la giusta attenzione di cui ha bisogno per soddisfare le esigenze di maggiore competitività e sviluppo. Restano sul tappeto altre proposte, già all’attenzione del Ministro Alemanno e del Sottosegretario Scarpa, che ci auguriamo vengano approvate dal Parlamento nelle prossime settimane”.

Notizie correlate
di Icaro Sport
di Icaro Sport
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna