Calcio. Trasferta a rischio per i biancorossi contro il Mestre di Galderisi

Rimini Sport

10 novembre 2001, 16:16

in foto: Sulla strada del Rimini nella rincorsa alla vetta della classifica c’è il Mestre guidato da “Nanu” Giuseppe Galderisi:
http://digilander.iol.it/calciomestre

l’ex attaccante di Juventus e Milan ha preso in mano la compagine veneta in corsa, sostituendo Costantini. Il Mestre era indicato ad inizio campionate tra le squadre più accreditate, ma l’inizio è stato da incubo, con 5 sconfitte nelle prime 5 gare.
La cura Galderisi sta cominciando a dare i suoi frutti, e il Mestre sta risalendo lentamente la china, anche se rimane ancora inchiodato nelle retrovie. Dopo l’avvio disastroso, nelle ultime 5 giornate sono arrivati 8 punti, con 2 vittorie e 2 pareggi, ed ora il Mestre occupa il quartultimo posto.
Le note dolenti sono arrivate più che dalla difesa, che con 13 reti al passivo è tra le meno affidabili ma non la peggiore del girone, dall’attacco, andato a segno solo 6 volte. Peggio ha fatto solo il Faenza, con 4 reti di cui, duole ricordarlo, due al Rimini.
Domenica scorsa il Mestre ha pareggiato 2 a 2 in casa con la Sambenedettese, facendosi rimontare un doppio vantaggio.
In porta nella gara con il Rimini rientrerà il 28enne Cima. La difesa a tre è formata da Turone (27 anni, proveniente dal Lanciano), Siviero (29 anni) e Monari (30 anni, dal Campobasso). Al centro del campo ci sono Pallanch (27 anni), l’esperto Marangon (30 anni, dal Treviso), Scantamburlo (23 anni) e Basso (25 anni, autore domenica scorsa di una doppietta). In attacco cercherà di risolvere i problemi di sterilità il rientrante Polesel (27 anni, lo scorso anno per lui 12 reti), che è affiancato dal nuovo arrivato trequartista polacco Biskup e da Arrieta (22 anni, difensore laterale trasformato quest’anno in attaccante). L’alternativa in avanti è un altro polacco, il 21enne Matys.
Il Rimini, che ha ritrovato domenica scorsa la vittoria, spera che il fanalino di coda Faenza nel testacoda di domani riservi al Teramo lo stesso trattamento riservato ai biancorossi due settimane fa e fermi gli abruzzesi, che in questo momento sono la squadra più in palla del girone. Con gli attuali 23 punti, il Rimini negli altri due gironi della C2 sarebbe al primo posto, e invece nel suo girone deve inseguire il Teramo fare ancora i conti con quella che ormai è diventata la sua bestia nera.
In casa biancorossa non ci saranno Di Terlizzi e Cipolli, alle prese con guai fisici, mentre rientrerà Caverzan. Ci sarà anche capitan Ballanti, nonostante il dolore ancora presente dopo lo scontro di domenica scorsa nella partita con il Trento che gli è costato un paio di denti. Ma, come ci conferma l’allenatore del Rimini Franco Bonavita, ci vuole ben altro per fermare il capitano biancorosso.

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454