mercoledì 12 dicembre 2018
In foto: Calcio. Ormai è ufficiale: il Rimini ha il mal di trasferta. Ieri a San Benedetto del Tronto gli uomini di Bonavita per la terza trasferta di fila hanno lasciato i tre punti alla squadra di casa. E dire che ieri, al contrario delle sconfitte di Faenza e Mestre, i biancorossi non hanno giocato male:
di    
lettura: 1 minuto
lun 26 nov 2001 12:11 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 6
Print Friendly, PDF & Email

dopo aver lasciato in avvio le redini del gioco ai padroni di casa, il Rimini si sveglia al 27’ con un tiro di Di Nicola parato da Visi.
Al 32’ Mussoni si presenta da solo in area, ma manca di freddezza e la difesa marchigiana sventa il pericolo. Il primo tempo si chiude con un’altra azione pericolosa firmata da Di Nicola. Nella ripresa la Samb si fa più intraprendente, e al 25’ trova la rete con un colpo di testa di Cacciatori bravo ad anticipare tutti su un calcio d’angolo.
Bonavita rischia il tutto per tutto alla ricerca del pari, con Micchi al posto di Donadoni, ma nei 10 minuti finali Di Nicola e Favi non riescono a sfruttare due imbeccate di Bordacconi. Con la sconfitta di ieri, sale a due punti il vantaggio del Teramo sul Rimini, raggiunto al secondo posto da Gubbio e Imolese.Per il bomber del Rimini Davide Di Nicola ieri il Rimini non meritava la sconfitta.

Anche per il San Marino è un brutto periodo. Ieri con il Sud Tirol i biancazzurri non sono andati oltre lo 0 a 0 interno. Il San Marino ha dimostrato ancora una volta grossi limiti in fase realizzativa, e deve ringraziare l’imprecisione dell’attaccante ospite Motta, che ha sprecato un paio di occasioni per regalare ai suoi i tre punti.Con il pareggio di ieri il San Marino resta nell’anonimato del centroclassifica.

Notizie correlate
di Roberto Bonfantini
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO